“Mattinate Fai d’Inverno” a San Severo: oltre 400 studenti al MAT – Museo dell’Alto Tavoliere

Gli ‘Apprendisti Ciceroni’, sperimentando l’attività di ‘guida’ all’interno del museo per una settimana, sono diventati essi stessi protagonisti, proponendo agli studenti visite guidate alla collezione archeologica

Anche quest’anno, dal 26 novembre al 1 dicembre, si sono svolte presso il MAT Museo dell’Alto Tavoliere di San Severo le “Mattinate FAI d’Inverno”, promosse dal FAI Fondo Ambiente Italia, in collaborazione con la Delegazione FAI di Foggia e con l’Istituto Tecnico Economico Statale “Angelo Fraccacreta” di San Severo, in convenzione con l’Amministrazione Comunale di San Severo.

Il progetto “Mattinate FAI per le scuole” ha visto il coordinamento degli Assessorati al Museo, la cui delega è seguita direttamente dal sindaco Francesco Miglio e dall’assessore alla Pubblica Istruzione Simona Venditti, in sinergia con il Delegato FAI di Foggia, Anna de Seriis, il Dirigente scolastico dell’ITES ‘A. Fraccacreta’ Filomena Mezzanotte, il coordinatore per l’ITES Fraccacreta del percorso “Alternanza Scuola-Lavoro”, Amelia Viglione, gli studenti della III AT-indirizzo Turismo ed il MAT Museo dell’Alto Tavoliere di San Severo, con Elena Antonacci quale tutor esterno formativo.

L’iniziativa è stata espletata in 55 ore complessive di cui 15 ore di attività di formazione nella fascia oraria pomeridiana e 40 ore di attività di ‘Apprendisti Ciceroni’ svoltesi presso il complesso museale. Nel corso della settimana, dal 19 al 23 novembre, gli studenti della classe III AT dell’ITES “Fraccacreta” sono stati opportunamente formati dagli operatori culturali del MAT, sotto la supervisione del tutor aziendale, la Direttrice del museo. “Ancora una volta” – dichiara il sindaco Francesco Miglio che segue la delega al Museo – il MAT Museo dell’Alto Tavoliere della nostra città, ormai conosciuto per le proprie iniziative a livello nazionale, è stato individuato come meta del FAI – Fondo Ambiente Italiano per un evento a carattere nazionale e dedicato al mondo della scuola, che ha visto l’innovativa formula di partecipazione degli studenti non solo nella veste di visitatori, ma che ha anche richiesto loro di mettersi in gioco in prima persona per vivere l’esperienza come protagonisti, come se fossero loro i reali operatori museali”.

In particolare, da lunedì 28 novembre a sabato 1° dicembre 2018, insegnanti e studenti da tutta Italia hanno potuto scoprire gratuitamente, guidati da altri studenti, gli ‘Apprendisti Ciceroni’, appositamente preparati dagli operatori museali del MAT, il patrimonio storico-artistico della città di San Severo contenuto nel Museo dell’Alto Tavoliere.

Esprime soddisfazione anche l’Assessore alla Pubblica Istruzione Simona Venditti: “Il ruolo ormai da tutti riconosciuto che il MAT riveste nel mondo della Scuola è testimoniato dalla constatazione che San Severo, con il suo museo, è stata individuata tra 120 città d’Italia per essere meta di questo particolare turismo scolastico. In orario scolastico, ben 450 studenti hanno avuto così l’occasione di partecipare a visite guidate gratuite condotte da loro coetanei, con l’obiettivo di avvicinare il mondo dei giovani alla storia ed al patrimonio culturale conservato nel museo di San Severo e di vivere un’insolita esperienza di ‘educazione tra pari’”.

Il MAT Museo dell’Alto Tavoliere, in qualità sia di struttura ospitante che formativa, ha destinato il suo personale (dipendenti della Cooperativa Lavoro & Solidarietà) alle diverse necessità afferenti l’iniziativa, con il tutoraggio della Direttrice. Gli operatori museali preposti hanno avuto il ruolo di formare alcuni studenti aderenti al progetto, fornendo loro gli strumenti necessari per poter ‘guidare’ in qualità di ‘Apprendisti Ciceroni’ i loro coetanei. Gli ‘Apprendisti Ciceroni’, sperimentando l’attività di ‘guida’ all’interno del museo per una settimana, sono diventati essi stessi protagonisti, proponendo agli studenti visite guidate alla collezione archeologica, all’Archivio Splash ‘Andrea Pazienza’ ed alla Pinacoteca Luigi Schingo. In merito all’attività di formazione, sono stati coinvolti i dottori Giuseppina Diomede, Giuliani Valentina, Graziano Urbano e Antonello Vigliaroli, guide professionali in possesso del patentino regionale; i dottori Anna Coppola, Giuseppe di Iorio, Valeria Fatone, accompagnatori turistici in possesso del patentino regionale; per la parte organizzativa, la figura di riferimento è stata la dottoressa Coppola.