Sclerosi multipla, al centro specializzato dell’ospedale di Foggia la certificazione Iso 9001

Sabato prossimo, 1 dicembre, presso la sede della Camera di Commercio di Foggia (in via M. Protano, 11) si terrà un evento ECM organizzato in occasione della presentazione del nuovo centro dal titolo “Un modello funzionale integrato nella gestione del paziente con Sclerosi multipla

Lo scorso 20 novembre il “Centro intradipartimentale per le malattie demielinizzanti” (processo patologico che interessa le guaine mieliniche delle fibre nervose e porta alla loro scomparsa e alla proliferazione reattiva di cellule della nevroglia; NdR) del Dipartimento di Neuroscienze dell’Azienda ospedaliero universitaria Ospedali riuniti di Foggia e Università di Foggia, ha ricevuto l’importante riconoscimento della certificazione “ISO 9001 : 2015”. La consegna formale da parte dell’ente certificatore Bureau Veritas, nella persona del dott. Gianfranco Andrisano, è avvenuta nell’auletta del Dipartimento di Neuroscienze alla presenza del Direttore generale dell’Azienda ospeda- liero universitaria Ospedali riuniti di Foggia, dott. Vitangelo Dattoli, di alcuni rappresentanti della direzione sanitaria e del direttore del Dipartimento di Neuroscienze, dott. Ciro Mundi.

Gli obiettivi del centro sono focalizzati sulla gestione clinico-organizzativa dei processi che guidano alla diagnosi (PDTRA regionale) e che applicano i più attuali protocolli terapeutici, standardizzati in ambito internazionale, nei pazienti affetti da Sclerosi multipla ed altre malattie demielinizzanti, e questo sia in ambito strettamente assistenziale che di ricerca clinica. Il bacino pazienti a cui il centro si rivolge, con le proprie specificità, è rappresentato da Foggia e dal resto della Capitanata, ma al tempo stesso può essere esteso anche alle province limitrofe in Puglia, Molise, Campania e Basilicata (sia per quanto attiene i medici di medicina generale che per gli specialisti del territorio e dei presidi ospedalieri). 

Il Centro intradipartimentale per le malattie demielinizzanti è stato concepito come modello funzionale integrato tra le due strutture complesse di neurologia: quella universitaria (diretta dal prof. Carlo Avolio) e quella ospedaliera (diretta dal dott. Ciro Mundi). Il centro, infatti, è nato dalla fusione dei due centri per la cura della Sclerosi multipla che afferivano alle rispettive unità operative, per l’appunto universitaria e ospedaliera, su iniziativa del Dipartimento di Neuroscienze diretto dal dott. Mundi. “L’obiettivo del centro – aggiunge il prof. Avolio – è quello di far convergere professionalità e specificità, in ambito Sclerosi multipla, da parte dei medici afferenti alle due divisioni di neurologia, così da farne emergere e promuoverne le competenze in ambito regionale ed italiano”.

Sabato prossimo, 1 dicembre, presso la sede della Camera di Commercio di Foggia (in via M. Protano, 11) si terrà un evento ECM organizzato in occasione della presentazione del nuovo centro dal titolo “Un modello funzionale integrato nella gestione del paziente con Sclerosi multipla: Centro intradipartimentale per le malattie demielinizzanti – Azienda Ospedali riuniti/Università di Foggia”, diretto a neurologi, radiologi, fisiatri, infermieri e tecnici di radiologia ma anche, e soprattutto, a medici di medicina generale che possano rappresentare sempre meglio il primo momento di reclutamento ed al meglio indirizzare il paziente con sospetto clinico di malattia demielinizzante. Per quanto focalizzato in ambito pugliese, gli organizzatori hanno esteso l’invito alle medesime professionalità delle province limitrofe. L’incontro fornirà un aggiornamento ad ampio spettro sulle problematiche legate alla Sclerosi multipla ed altre malattie demielinizzanti, incluso il suo management di cui il nuovo centro vuole rappresentarne l’espressione dando spazio a confronto e discussione. Nel gruppo docente, oltre ai relatori afferenti al centro e ad altre unità operative dell’Azienda ospedaliero universitaria Ospedali riuniti si è voluto includere esperti esterni di rilevanza nazionale. Il convegno ha ricevuto il patrocinio dell’ Associazione italiana Sclerosi Multipla (AISM).

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come