Foggia, c’è voglia di tornare a giocare. Grassadonia carica i suoi: “Ora dobbiamo dare il massimo”

Il mister: “A La Spezia voglio cattiveria e aggressività. Non pensiamo alla classifica, al momento non ci è stato restituito niente”. E allo Zaccheria spunta il messaggio della Curva Sud: “Lotta e vinci per chi c’è sempre stato”

Domenica alle 15 il Foggia tornerà in campo dopo il lungo stop durato circa 20 giorni. La squadra di mister Gianluca Grassadonia ha fretta di risalire in classifica, quei 7 punti in piena zona rossa sono lontani dagli obiettivi e dalle potenzialità che la rosa può e potrà esprimere sul campo. “La squadra sta bene, non dobbiamo pensare al periodo in cui siamo stati fermi anche perché ci siamo sempre allenati ad eccezione di qualche giorno libero – queste le parole del tecnico rossonero che ha parlato questa mattina alla stampa -. Domenica fortunatamente si gioca e noi dobbiamo essere pronti. Le motivazioni saranno fondamentali, come sempre. Dobbiamo continuare la scia positiva (dopo i tre pareggi) con l’idea di fare la partita con la mentalità giusta e i concetti impostati già dal ritiro. C’è grande voglia di tornare a giocare“.

SARÀ UN NUOVO FOGGIA? “Abbiamo provato qualcosina di diverso, la squadra ha lavorato bene, siamo cresciuti da questo punto di vista – ha sottolineato il tecnico che non si sbilancia sul cambio modulo -. Non so ancora se giocheremo a 4 in difesa, vedremo. I miei ragazzi sono stati bravi ad azzerare da subito la penalizzazione, ma nonostante questo la classifica è brutta da vedere. A La Spezia voglio un Foggia cattivo, aggressivo, attento, con rivalsa, consapevole del campionato che sta affrontando e non pensare solo alla zona rossa perchè al momento non ci è stato restituito niente. Dobbiamo spingere al massimo da qui alla fine, basta chiacchiere”.

CONVOCATI E INDISPONIBILI. “Le condizioni dei singoli sono buone. Non ci saranno Deli (per uno stiramento all’adduttore, ndr) rientrerà la settimana prossima, Zambelli e Camporese (squalificato, ndr). Non sarà un problema – assicura Grassadonia -. Abbiamo giocatori pronti e che daranno il massimo come accaduto già in passato. In settimana sono rientrati dall’Under 20 anche Gori e Ranieri che partiranno con noi”. Infondate le voci circolate nelle ultime ore di un infortunio alla spalla per il portiere Bizzarri. “Si è allenato con noi tutta la settimana, ci sarà” – ha precisato il tecnico.

L’AVVERSARIO. “La Spezia è una squadra forte, di gamba e di qualità con idee di gioco molto chiare. Hanno consapevolezza – ha spiegato il mister -. Sappiamo di andare a giocare su un campo difficile”. In Liguria ci sarà un vero e proprio esodo di tifosi rossoneri: ben 900 coloro che seguiranno Agnelli e compagni, provenienti per la maggior parte dal Nord Italia, oltre che dal capoluogo. “Sappiamo che saranno in tanti a seguirci. Domenica dobbiamo essere bravi a fare di più e a farci trascinare dal nostro pubblico”.

Questa mattina la Curva Sud ha affisso fuori dallo Zaccheria un messaggio rivolto alla squadra: “Riparte il nostro campionato. Lotta e vinci per chi c’è sempre stato!”.