Patto per la Puglia, sul Gargano il modello realizzato in Costiera Amalfitana. Riparte la cabina di regia

Soddisfatto il presidente camerale Fabio Porreca: “Si è deciso di elaborare una relazione sintetica, partendo dai progetti non completati di Capitanata 2020 e lanciandone di nuovi turistici”

Fattiva riunione della cabina di regia a Palazzo Dogana per il Patto per la Puglia. Il tavolo convocato dal neo presidente Nicola Gatta è stato uno dei suoi primi atti di interlocuzione col territorio e i vari enti. Soddisfatto il presidente della Camera di Commercio, Fabio Porreca.

“L’incontro di oggi ha rappresentato la riattivazione, la ripartenza della cabina di regia a guida Nicola Gatta, è stata l’occasione per fare il punto sui progetti a valere del Patto per la Puglia, treno Tram e piattaforma logistica e anche sulla viabilità, con Anas convitato di pietra, in quanto assente all’incontro. È stata anche l’occasione per parlare dei progetti da candidare al contratto istituzionale di sviluppo che è nelle intenzioni della Presidenza del Consiglio”, il suo commento.

Nelle settimane scorse in Prefettura è stato attivato lo sportello del Governo, con sindaci, amministratori locali e corpi intermedi per raccordarsi con la Presidenza del Consiglio del premier Giuseppe Conte in modo da chiudere il Contratto di sviluppo istituzionale con la Capitanata entro fine anno. Non solo diga di Piano dei limiti, ma anche incentivi e strumenti per modernizzare il territorio: il distretto turistico del Gargano potrebbe godere degli strumenti giuridici immateriali sul modello del Contratto stipulato per la Costiera Amalfitana alla fine di ottobre. In Campania saranno stanziati 29,4 milioni, di cui 16,4 milioni con agevolazioni fiscali concesse da Invitalia. Nello specifico 27,3 milioni finanzieranno 21 progetti di investimento per ampliare il portafoglio di prodotti e servizi, accrescere la competitività e destagionalizzare i flussi turistici. Il progetto nella sua totalità, col brand IamAmalfiCoast, prevede la creazione di 278 nuovi posti di lavoro e valorizza vari segmenti del settore turistico, dalla ristorazione all’alberghiero, dal trasporto di passeggeri via mare agli affittacamere.

Oggi in Cabina di Regia ci si è dati tempi stretti. “Si è deciso di elaborare una relazione sintetica – prosegue Porreca a l’Immediato – partendo dai progetti non completati di Capitanata 2020, ma ponendo tra le priorità alcuni progetti storici, alcuni dei quali in stato avanzato di progettazione come la Diga di Piano dei Limiti e altri ancora in fase di progettazione, chiedendo quindi di finanziare la progettazione in particolare per la strada veloce del Gargano. Si è anche parlato del progetto di sviluppo del Gargano sul modello di quanto realizzato in Costiera Amalfitana e segnalatoci dall’amministratore delegato di Invitalia e anche del progetto della riqualificazione del quartiere fieristico, che ho proposto di candidare tra i progetti della presidenza del Consiglio. Ci aggiorneremo a breve per la redazione della relazione”.