Imprenditrice muore travolta da muletto guidato da collaboratore, tragedia (con giallo) a Torremaggiore

I parenti della vittima intendono ottenere maggiore chiarezza. A non convincere i familiari è soprattutto la dinamica dell’incidente. Sarà necessaria l’autopsia

Travolta e uccisa da un muletto guidato in retromarcia da un suo collaboratore. Così è morta Rita De Vellis, imprenditrice di 48 anni di Strangolagalli, in provincia di Frosinone. La tragedia in un terreno nelle campagne di Torremaggiore. Inutili i soccorsi, la donna è deceduta sul colpo. Sul posto anche i carabinieri.

Ma il legale della vittima, l’avvocato laziale Giampiero Vellucci, vuole vederci chiaro e si è subito attivato in difesa dei parenti della De Vellis che sul drammatico episodio intendono ottenere maggiore chiarezza. A non convincere i familiari è soprattutto la dinamica dell’incidente. Sarà necessaria l’autopsia per saperne di più.

La Procura di Foggia ha aperto un fascicolo di inchiesta. Il collaboratore, alla guida del muletto, dovrà rispondere di omicidio colposo.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings