Pretende soldi dal direttore del CARA, poi aggredisce militari. Nigeriano arrestato a Borgo Mezzanone

Il giovane era entrato abusivamente nel centro di accoglienza in quanto non era più ospite da tempo

Nei giorni scorsi, i carabinieri della Stazione di Anzano di Puglia, diretti dal Comando Compagnia di Cerignola, impegnati ne servizio di vigilanza presso il CARA di Borgo Mezzanone, hanno proceduto all’arresto di Kelvin Iwekubu, classe ’92, incensurato di origine nigeriana, per tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale.

Il giovane, entrato abusivamente nel centro di accoglienza, del quale non era più ospite da tempo, aveva raggiunto e affrontato il direttore, con atteggiamento dapprima minaccioso e poi violento, pretendendo senza motivo 50 euro. I carabinieri, accortisi della presenza dell’intruso, sono intervenuti immediatamente, frapponendosi tra il direttore e il suo aggressore. L’esagitato però, anziché frenarsi, si è scagliato contro i militari, che non hanno a questo punto potuto fare altro che bloccarlo, ammanettarlo e dichiararlo in arresto.

Il 26enne straniero, su disposizione del Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica, è stato condotto nel carcere cittadino.