M5S, non c’è pace per il deputato Tasso. “Ma non potranno farmi attendere in eterno”

Il parlamentare rivendica la sua fedeltà al Movimento anche dal gruppo Misto. Ha una percentuale di presenze altissima alla Camera del 93.95% con solo 46 assenze su 860 sedute e un solo voto “ribelle”

Dal territorio qualcuno si chiede se il deputato Antonio Tasso sia poi rientrato nel gruppo del Movimento 5 Stelle. A tutt’oggi nelle immagini della Camera nel suo sottopancia televisivo appare ancora Gruppo Misto.

“C’è gente che si preoccupa per me e per la mia appartenenza, mi fa piacere, io ho una delibera come ho già detto nella quale il massimo organo giudicante conferma il mio reintegro. Il capogruppo alla Camera, Francesco D’Uva, non ha dato ancora corso alla delibera, sto aspettando. Prima o poi arriverà, non potranno farmi attendere in eterno”, spiega Tasso a l’Immediato.

Ci sarà all’assemblea pubblica, che costruirà il percorso per le candidature al Comune di Foggia il prossimo 12 ottobre all’Altrocinema? Secca la risposta del parlamentare. “Non ci sarò, credo di no, per carattere non sono invadente, finché non sarà acclarato il mio rientro non ci sarò. Bisognerebbe poi spiegare nuovamente tutto l’iter e non è per il momento. Ci potrebbero essere i due consiglieri comunali manfredoniani, però, perché non loro”. L’assemblea servirà al Meetup unico per capire l’umore che c’è in città per il M5S e se ci sono cittadini interessati ad aiutare gli attivisti nelle amministrative di maggio 2019: i due consiglieri sipontini potrebbero raccontare la loro esperienza nelle istituzioni.

Tasso rivendica la sua fedeltà al M5S anche dal gruppo Misto. Ha una percentuale di presenze altissima alla Camera del 93.95% con solo 46 assenze su 860 sedute. È primo però Giorgio Lovecchio col 99,77% e sole 2 assenze, seguono Marialuisa Faro col 99.65% pari a 3 assenze, la giovane Rosa Menga col 98,84% e 10 assenze e Francesca Troiano con lo stesso score del collega manfredoniano. Ma i campioni di presenze però sono al Senato: 100% e mai assenti i senatori Marco Pellegrini e Gisella Naturale.

Tasso, che è in Commissione Trasporti, ha sempre votato come il Movimento meno per il Decreto del Tribunale di Bari. Contrario alla conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 giugno 2018, n. 73, recante misure urgenti e indifferibili per assicurare il regolare e ordinato svolgimento dei procedimenti e dei processi penali nel periodo necessario a consentire interventi di edilizia giudiziaria per il Tribunale di Bari e la Procura della Repubblica presso il medesimo tribunale.

Ha presentato di recente una interrogazione sulle disposizioni concernenti il limite del contenuto di sostanze perfluoroalchiliche nelle acque superficiali e sotterranee e la diminuzione dell’immissione delle stesse nell’ambiente.





Change privacy settings