Riabilitazione, open day agli Angeli di Padre Pio. Ecco il programma

Sarà l’occasione per accendere i riflettori sulla qualità dei luoghi di assistenza, terapia e riabilitazione per le persone svantaggiate

Contrastare il rischio di trattamenti inumani e degradanti ai danni di persone con disabilità (l’83% sono anziani non autosufficienti) nei presidi residenziali socio-assistenziali e socio-sanitari. Evitare qualsivoglia forma di segregazione. Portare al centro l’individuo, escludendo la concezione avvilente di “malato” e valorizzando – nel percorso all’interno delle strutture – il diritto di vivere normalmente e le relazioni interpersonali. Sono questi i temi al centro dell’impegno dell’ARIS (Associazione Religiosa Istituti Socio Sanitari), alla quale aderisce la Fondazione Centri PadrePio, che ha organizzato un Open Day della riabilitazione sull’onda dell’iniziativa della CEI (Conferenza Episcopale Italiana).

Il prossimo 13 ottobre, anche le strutture della Fondazione apriranno le porte a tutti i visitatori che vorranno conoscere le attività, partecipando altresì a convegni ed eventi. Sarà l’occasione per accendere i riflettori sulla qualità dei luoghi di assistenza, terapia e riabilitazione per le persone svantaggiate.

Agli “Gli Angeli di Padre Pio”, centro di eccellenza della Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio Onlus dei Frati Minori Cappuccini della Provincia Religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio, è previsto un programma dettagliato. All’evento parteciperanno i Clown Dottori de “Il Cuore di Foggia” per rendere magiche le corsie e piacevole la visita al Presidio.
Invitati speciali saranno il Sindaco di San Giovanni Rotondo e tutte le ultime classi degli Istituti scolastici della Città. L’Open Day della Fondazione prevede due tour, uno antimeridiano e uno pomeridiano, della durata di circa due ore ognuno, guidato da Operatori esperti, appositamente formati, che consentiranno ai partecipanti di visitare ogni angolo del Presidio, compreso le stanze di degenza, nel rispetto, ovviamente, degli ospiti e che culmineranno in un momento di preghiera presso la Cappella del Presidio, presieduto dal Presidente della Fondazione, fr. Francesco Colacelli che è anche il Responsabile Regionale ARIS della Sezione “Centri di Riabilitazione” della Puglia.

“L’opinione pubblica – ha affermato Padre Bebber, Presidente Nazionale ARIS – a volte, viene messa di fronte a sporadici casi che, purtroppo si verificano in certe strutture, e si convince, o viene aiutata a convincersi, che il sistema sia molto più vicino alla segregazione che non all’accoglienza e alla cura. A parte il fatto che le porte delle nostre strutture sono sempre aperte, invitare, tutti insieme e nello stesso giorno, quanti vogliano sincerarsi di quale sia il clima che si vive nelle Istituzioni che si richiamano ai principi ispirati dalla #Chiesa Cattolica, significa cogliere un’occasione per dare conto del senso dell’accoglienza cristiana che guida il nostro operare nel mondo della sofferenza e della fragilità umana”.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come