Ponte pericolante sulla Foggia-Manfredonia, via ai lavori. “Andava ripristinato al più presto”

Al via oggi gli interventi sulle parti danneggiate, ossia la prima, la seconda e la quarta trave del ponte, la cui rottura aveva indebolito la struttura causandone la chiusura

Segnaletica stradale per i lavori in corso e restringimento di corsia sulla Statale 89 all’altezza del bivio San Marco. Sono cominciati i lavori sul ponte, chiuso ormai da quasi un anno, che conduce a San Marco in Lamis e ad Arpinova e Tor di Lama.
Questa mattina sul posto c’era anche il deputato pentastellato Giorgio Lovecchio, che si è molto impegnato in questi mesi alla sua riapertura contattando l’Anas e i comitati di agricoltori della zona.
“Da aprile ho cominciato ad interessarmi, seguendo questa vicenda. All’inizio Anas non sapeva a chi attribuire i costi – spiega il portavoce alla Camera a l’Immediato – dopo le mie sollecitazioni hanno cominciato ad accelerare i lavori, che sarebbero dovuti partire a giugno. Poi per un piccolo disguido sono stati rinviati a settembre, per decreto ministeriale non possono essere avviati lavori estivi. Siamo riusciti però ad anticiparli di 15 giorni almeno. È un ponte che andava ripristinato”.

Al via oggi gli interventi sulle parti danneggiate, ossia la prima, la seconda e la quarta trave del ponte, la cui rottura aveva indebolito la struttura causandone la chiusura.
Dopo la colata di cemento armato, serviranno 28 giorni tecnici per l’asciugatura del calcestruzzo. Solo dopo toglieranno i blocchi e faranno le prove di carico. Già dopo la prima fase sarà riaperta la carreggiata.
I tempi previsti per la riapertura saranno di circa 2 mesi, come ha previsto Anas.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come