Trans picchiato e chiuso nel portabagagli a Foggia, caccia al cliente violento

La polizia allertata da alcuni cittadini foggiani. Ora gli agenti indagano per sequestro di persona, rapina e lesioni

Brutta avventura per un transessuale alla periferia di Foggia. Un cliente lo ha picchiato, rapinato e chiuso nel bagagliaio dell’auto dopo un rapporto sessuale. L’aggressore ha agganciato il trans alla periferia del capoluogo dauno – sulla statale 16 nei pressi del bivio per via San Severo -, poi insieme hanno raggiunto un’abitazione a Manfredonia per fare sesso a pagamento. Ma alla fine il cliente si è scagliato contro la vittima pestandola e portandole via borsa e smartphone. In seguito ha chiuso il trans nel bagagliaio prima di rientrare a Foggia e scaricare il povero malcapitato in aperta campagna.

Alle 8 di domenica mattina scorsa, la polizia è intervenuta sulla SS89 Foggia-Manfredonia in quanto era stata segnalata la presenza di una persona che bussava ad alcune abitazioni chiedendo aiuto. Agenti delle “volanti” della Questura di Foggia e del commissariato di Manfredonia hanno soccorso il transessuale e raccolto la denuncia. La vittima ha riportato lesioni non gravi. Partita la caccia all’uomo, si indaga per sequestro di persona, rapina e lesioni.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come