“Sezione distaccata della DDA a Foggia non più rinviabile”. Pellegrini (M5S) ricorda in aula i fratelli Luciani e i 16 braccianti morti

Mentre il Governo era in Prefettura a Foggia al vertice con i sindacati e le delegazioni dei braccianti, il senatore pentastellato foggiano ha collegato le due tragedie di agosto della Quarta Mafia per chiedere ancora una volta un aumento di forze dell’ordine e di presidi giudiziari in Capitanata

Forte intervento ieri in Senato, mentre il Governo era in Prefettura a Foggia al vertice con i sindacati e le delegazioni dei braccianti, dopo le 16 vittime stipate nei due furgoncini dei caporali, del senatore del M5S Marco Pellegrini (in foto), che è ritornato sul tema della DDA a Foggia, sottolineando l’anniversario di domani, quel 9 agosto di strage alla stazione di San Marco in Lamis.

Ecco che cosa ha detto il portavoce pentastellato al Senato in aula a Palazzo Madama, dinanzi ai colleghi e alla Presidente Casellati. A Foggia in soli tre giorni in due distinti incidenti stradali hanno perso la vita 16 braccianti agricoli che ritornavano dal lavoro dei campi. Apprezzo molto la risposta del Ministro e apprezzo che il premier Conte e il Ministro Salvini siano stati a Foggia per intervenire sul tema della lotta al caporalato. Il 9 agosto dello scorso anno a San Marco in Lamis si è verificato un tragico evento, una strage di mafia, in cui hanno perso la vita anche due cittadini innocenti, i fratelli Luciani, testimoni oculari di un attentato mafioso. Il 9 ricorre il primo anniversario di questo tragico evento e i Luciani saranno ricordati a San Marco in Lamis con varie manifestazioni commemorative. Oltre ad unirmi al loro ricordo, voglio ancora una volta porre l’attenzione al Governo e all’Aula sulla quarta mafia italiana, ossia delle mafie della provincia di Foggia, che così sono state definite dall’ex procuratore nazionale antimafia. Quarta mafia. In questa occasione voglio ribadire l’assoluta necessità che si intensifichino tutte le azioni di contrasto che il nostro ordinamento prevede a partire dall’aumento delle forze dell’ordine e dei presidi giudiziari. Ritengo non più rinviabile l’istituzione a Foggia di una sezione distaccata della Direzione Distrettuale Antimafia, al fine di aumentare la qualità e la quantità delle indagini antimafia. Su questa necessità si è espresso il Csm nell’ambito della risoluzione delle mafie foggiane il 18 ottobre del 2017 e su tale aspetto ho presentato un disegno di legge. Concludo ricordando ancora i fratelli Luciani e tutte le vittime di mafia. In questa aula noi non ci arrenderemo finché le mafie non saranno sconfitte, noi alla mafia  diciamo questo: non ci arrenderemo mai!”

Video M5S Parlamento





Change privacy settings