Crocieristi americani nel porto di Manfredonia. Poi il viaggio alla scoperta della Salina di Margherita di Savoia

Stipulato importante accordo che apre sempre di più al mondo la splendida ricchezza del patrimonio naturalistico e culturale della città delle saline

Grazie all’accordo stipulato tra Legambiente Margherita di Savoia, attuale gestore del Centro Percorsi Cultura & Natura della Salina di Margherita di Savoia e la Grand Circle Cruise Line (GCCL), compagnia americana specializzata nell’offrire itinerari su piccole navi da crociera a clienti americani, dal 27 luglio fino a novembre prossimo, la Salina di Margherita di Savoia sarà metà, tappa e protagonista degli itinerari di visita dei crocieristi americani che attraccheranno presso il porto di Manfredonia. Un importante accordo che apre sempre di più al mondo la splendida ricchezza del patrimonio naturalistico e culturale della città delle saline, facendo convivere e scoprire, grazie ad una continua cura, un turismo sostenibile e rispettoso dell’ambiente e della natura che ci circonda.

“Un accordo che ci riempie di orgoglio e soddisfazione – spiega Ruggero Ronzulli, presidente del Circolo Legambiente di Margherita di Savoia -, perché è la dimostrazione del impegno e del lavoro svolto in questi quasi tre anni di nostra gestione del Centro Percorsi Cultura & Natura. Tre anni intensi in cui si è ricostruita una credibilità ad un luogo nevralgico per il nostro territorio, ma di cui agenzie, cooperative, scuole e altri enti pubblici e privati non volevano più sentire parlare. Ma grazie alla tenacia e professionalità siamo riusciti a riconquistare e ricucire i rapporti interrotti e soprattutto costruirne tanti altri nuovi, nazionale ed ora addirittura internazionali. È possibile fare turismo sostenibile e di qualità mettendoci impegno e rispettando regole e protocolli. Ovviamente i “furbetti” che cercano di vendere false visite non mancano, non capendo che non fanno altro che danneggiare il nostro territorio e paese. È importante fare sinergia, così come stiamo cercando di fare coinvolgendo sempre più tutte le attività di Margherita di Savoia affinché ne possa beneficiare la collettività”.