Provincia di Foggia: in calo rapine, estorsioni e truffe. Il report 2018 dell’Arma dei Carabinieri

I militari del Comando provincia in via Guglielmi hanno snocciolato dati significativi sulla lotta alla criminalità nel primo semestre dell’anno in corso

I carabinieri di Foggia hanno snocciolato dati significativi sulla lotta alla criminalità nel primo semestre del 2018. “Per quanto concerne i principali delitti consumati nella Provincia – si legge nella nota redatta dagli uomini dell’Arma -, una menzione particolare meritano sicuramente gli omicidi. Nell’anno 2017, su 27 omicidi tentati o consumati, ne sono stati scoperti 12, mentre nel semestre appena trascorso, su 10 casi, ne sono stati risolti 7.

Per quanto riguarda i reati predatori e contro la persona – continuano -, si registra un trend sostanzialmente in calo per i reati di rapina, estorsione, sequestri di persona, furti e truffe, nonché per gli incendi che vengono considerati reati spia per fattispecie più gravi come estorsioni e usura”. 

Attività di contrasto

L’attività di contrasto ha fatto registrare un aumento sia delle denunce in stato di libertà che degli arresti. Sono state infatti denunciate 2587 persone nel primo semestre, che in proiezione superano il dato dell’anno precedente di 4324 denunce. Anche per gli arresti vale lo stesso discorso, infatti si registrano 893 arresti nel semestre, a fronte dei 1599 dello scorso anno.

Attività preventiva

Lo sforzo messo in atto dal Comando Provinciale di Foggia si è concentrato anche sui servizi esterni e quelli connessi, che hanno fatto registrare un incremento già nel 2017 rispetto all’anno precedente e che nel primo semestre di quest’anno sono 28.588, quindi, in proiezione, in aumento rispetto al 2017. 

In conseguenza dell’aumento dei servizi preventivi, sono aumentati anche i controlli a persone e veicoli rispetto allo scorso anno, infatti si registrano 55748 controlli, 69539 persone e 49942 veicoli controllati nel semestre. Tali dati, in proiezione, sono in crescita rispetto allo scorso anno, in più si auspica un incremento ancora maggiore del numero dei controlli nella stagione estiva, anche grazie ai militari di rinforzo inviati nella provincia foggiana, in particolare nelle mete turistiche.  





Change privacy settings