Paura nella stazione di Foggia, strappa telefono a ragazzo e lo scaraventa a terra. Fermato straniero

Il giovane, su disposizione del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Foggia, è stato sottoposto agli arresti domiciliari

Continua l’azione di prevenzione e contrasto ai fenomeni illegali in ambito ferroviario, predisposta dalla Sezione Polizia Ferroviaria di Foggia, in concomitanza con il maggior incremento del flusso di viaggiatori nel periodo estivo.
Alla ore 14,30 circa di sabato scorso, gli agenti della Sezione, dopo aver catturato e arrestato nella mattina un noto pregiudicato foggiano, che doveva scontare un anno e sei mesi di reclusione per truffa, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un cittadino rumeno, Lucian Gheorghe Tudosia, da poco maggiorenne, pregiudicato dimorante a Foggia, che si era reso responsabile di rapina ai danni di un ragazzo.
Gli agenti, in servizio di vigilanza nella Stazione di Foggia, sono stati avvicinati da un ragazzo, anch’egli di nazionalità romena che, impaurito, ha denunciato di essere stato rapinato del proprio cellulare ad opera di un connazionale mentra si trovava in un bar vicino allo scalo ferroviario.

Il rapinatore, dopo avergli sfilato il telefono dalla tasca dei pantaloni, lo ha spintonato con tale violenza tanto da farlo rovinare a terra. Dalla descrizione dell’autore della rapina, gli agenti si sono posti subito sulle sue tracce, individuandolo poco dopo nella piazza antistante la stazione. Il malvivente è stato bloccato e condotto negli Uffici della Polizia Ferroviaria dove, dalla perquisizione indosso alla persona, gli agenti hanno rivenuto, nella tasca dei pantaloni, il telefono cellulare poco prima sottratto alla vittima. Nel corso degli ulteriori accertamenti presso la banca dati interforze, è emerso che Tudosia era ricercato in quanto su di lui pendeva un provvedimento emesso dal G.U.P. del Tribunale per i Minorenni di Bari per altri reati commessi in precedenza, con collocamento e custodia per trenta giorni presso l’Istituto per i Minori di Bari. Il giovane, su disposizione del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Foggia, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso l’abitazione dei genitori nel capoluogo dauno.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come



In questo articolo: