Tor di Lama, i ragazzi potranno frequentare l’istituto agrario. “Provincia ha completato il ripristino dell’impianto”

Il parlamentare pentastellato Giorgio Lovecchio, coadiuvato dalla consigliera regionale del M5S Rosa Barone, è riuscito nel suo obiettivo di non dequalificare la struttura

Di incontro in incontro con l’ingegnere Emanuele Bux e l’architetta Denise Decembrino e tutta la tecnostruttura di Palazzo Dogana il parlamentare pentastellato Giorgio Lovecchio, coadiuvato dalla consigliera regionale del M5S Rosa Barone, è riuscito nel suo obiettivo di non dequalificare l’istituto scolastico di Tor di Lama. Le progettualità della Prefetta per l’Immigrazione Iolanda Rolli potrebbero essere differite.

In una nota l’onorevole grillino afferma tutta la sua soddisfazione. “Sono lieto di comunicare che oggi la Provincia ha completato il ripristino dell’impianto di sorveglianza dell’Istituto Professionale per l’Agricotura Ruggiero Grieco di Torre Di Lama il quale risulta funzionante e collegato con il servizio di vigilanza.  Tale ripristino è il primo passo necessario per consentire alla Provincia di portare a termine i lavori ed assicurare la riapertura della scuola entro settembre. Gli studenti, i genitori e la cittadinanza tutta confidano nella solerzia della Provincia affinché gli alunni possano tornare a frequentare le lezioni in un ambiente rurale consono ad un corso di studi in cui l’attività laboratoriale e la formazione in campo risultano fondamentali al conseguimento del proprio Diploma Professionale così come previsto dal Piano per l’Offerta Formativa”.

Il portavoce, dopo essersi interessato ai lavori per la riapertura del ponte del bivio San Marco, ribadisce che l’Istituto Professionale per l’Agricoltura Ruggiero Grieco costituisce l’unica scuola agraria con formazione professionale della Daunia che vede “nell’agricoltura la prima economia del territorio oltre a costituire il simbolo della dieta mediterranea e del Made in Italy nel mondo”.