Calciomercato Foggia, tornano Di Piazza ed Empereur. Tra entrate ed uscite: ecco la situazione

Salto di categoria per Calabresi che dalla B passa alla massima serie: va al Bologna. Agazzi torna a Bergamo, Scaglia a Parma. Greco è di proprietà del Bari, dove non ha mai giocato. Quale futuro per lui?

Testa al calciomercato in casa Foggia. Dopo l’addio di Giovanni Stroppa (allenerà il Crotone) è tempo di capire qual è la situazione tra entrate ed uscite. Il Lecce, promosso in B, non ha riscattato l’attaccante Matteo Di Piazza. La stessa cosa il Bari, con il difensore Alan Empereur. Prestiti ultimati anche per Antonio Narciso (portiere della stagione guidata da Roberto De Zerbi), Elio Calderini, Matteo Fedele (dal Cesena), Giuseppe Sicurella, Miguel Angel Sainz-Maza, Luigi Dinielli e Tony Letizia. In nove faranno dunque ritorno tra i satanelli per poi, quasi sicuramente, essere ceduti nuovamente in prestito.

Partenze. Salto di categoria per il difensore Arturo Calabresi, di proprietà della Roma che, dopo essersi rilanciato nell’ultima parte del campionato di B, giocando nove partite, andrà in prestito al Bologna. Al momento manca solo l’ufficialità. Ai saluti Davide Agazzi che torna all’Atalanta. Ieri, 20 giugno, è scaduto il tempo per esercitare il diritto di riscatto. La priorità di Nember è ricaduta solamente sul profilo del tedesco Oliver Kragl: il cartellino del giocatore è passato dal Crotone al Foggia per 400mila euro. Da oggi a sabato 23 giugno spazio ai controriscatti. Leandro Greco invece, ancora di proprietà del Bari (squadra nella quale per scelta tecnica non ha praticamente mai giocato), dallo scorso gennaio è passato in prestito al Foggia disputando un buon girone di ritorno. L’intento del giocatore è quello di trovare un ambiente che gli dia fiducia, ma non esclude la possibilità di tornare Foggia che resta una priorità grazie anche all’ottimo feeling con i tifosi. Torna a Parma, Luigi Scaglia.

Molte scelte tecniche dipenderanno anche dal nuovo allenatore che guiderà i satanelli nel prossimo campionato cadetto. Gianluca Grassodonia sarebbe ad un passo dall’ufficialità, ma si continuano a valutare i profili di Ivan Juric e Davide Nicola, in particolare. L’attenzione ora è altrove. Nelle prossime ore bisogna pensare al processo sportivo. Alle 10:30 di domani è fissata l’inizio dell’udienza a Roma.