Sotto sequestro Centro Raccolta Rifiuti nel Foggiano, deferite due persone. I sigilli dei Carabinieri Forestale

Controlli a tappeto dal Gruppo CC del capoluogo dauno, intervento anche in area agricola caratterizzata dalla presenza di ruderi fatiscenti

Militari delle Stazioni Carabinieri Forestale, nell’ambito preordinato dal Gruppo CC Forestale di Foggia per controlli ambientali in provincia di Foggia, hanno posto in essere un’intensa campagna per il controllo della corretta gestione dei rifiuti.
A seguito di indagini di Polizia giudiziaria, si è accertato presso il Centro RAEE e rifiuti ingombranti di un Comune dei Monti Dauni, la gestione illecita di rifiuti stoccati.

All’interno del sito, destinato in origine allo stoccaggio di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) e rifiuti urbani ingombranti, sono stati rinvenuti ingenti quantità di pneumatici fuori uso ed altro materiale depositato su un piazzale completamente inidoneo anche per assenza di sistema di raccolta dei reflui liquidi; inoltre è stato contestato anche un deposito incontrollato di categorie di rifiuti non connesse ad attività urbane e mancanza di titoli autorizzativi.

Il sito è stato sottoposto a sequestro preventivo al fine di interrompere il reato ed è stato deferito all’Autorità Giudiziaria il Responsabile dell’Area Tecnica del comune.
Inoltre i militari della Stazione Carabinieri Forestale di San Giovanni Rotondo hanno rinvenuto, in un’area agricola caratterizzata dalla presenza di ruderi fatiscenti, all’interno dell’aia comune agli stessi, un abbandono di inerti da demolizione.

Inoltre all’interno dei ruderi, oltre ad altri rifiuti, è stata recuperata una carcassa di auto bruciata e delle slot machines danneggiate, con evidenti segni di forzatura e prive delle rispettive casse. L’attività investigativa continuerà nei prossimi giorni.