Esuberi in Ferrovie del Gargano, in Puglia nuovo caso Marozzi

Flixbus potrebbe fare altre “vittime” sul campo del trasporto su gomma in Puglia


Flixbus potrebbe fare altre “vittime” sul campo del trasporto su gomma. Come anticipato da la Gazzetta del Mezzogiorno, infatti, dopo Marozzi potrebbero esserci effetti negativi sul personale di Ferrovie del Gargano, che ha annunciato ai sindacati l’intenzione di licenziare tutto il personale per riassumerlo poi a parametri azzerati e senza contratto integrativo, così da “perseguire quanto avviato da altra società del settore” (è il caso della Marozzi).

La riorganizzazione delle linee bus che collegano il Gargano con il Centro-Nord Italia è emersa durante l’ultimo incontro con i sindacati. A breve, dal 16 aprile, partirà un accordo con la Marino di Altamura per la gestione di alcuni collegamenti per conto di FerGar, sfruttando anche la propria rete di vendita. Questo dovrebbe comportare per FerGargano l’esubero di 36 unità di personale, di cui 6 potranno accedere ai prepensionamenti. I sindacati vogliono sottoporre la proposta di accordo a un refendum tra tutti i lavoratori, ma lanciano l’allarme: quello di un effetto a cascata su tutto il sistema del trasporto a lunga percorrenza, che ha in Puglia il proprio nocciolo duro.





Change privacy settings