Fedele Sannella, designati i giudici foggiani. Cresce l’attesa per i due verdetti

Oltre un mese in carcere per Fedele Sannella, rinchiuso nel penitenziario di San Vittore a Milano dallo scorso 24 gennaio con l’accusa di riciclaggio. Nelle scorse ore sono stati designati i giudici foggiani che decideranno sull’istanza di scarcerazione presentata dai legali del patron del Foggia Calcio. Si tratta di De Martino e Pirrelli, quest’ultima traghettatrice della Procura di Foggia nei mesi precedenti all’arrivo di Ludovico Vaccaro.

Il trasferimento dei faldoni relativi alla posizione di Sannella e l’individuazione dei giudici chiamati a decidere sull’eventuale scarcerazione dell’imprenditore, hanno allungato i tempi su ogni decisione. La situazione potrebbe sbloccarsi la prossima settimana, almeno questo è l’auspicio dei legali del patron.

Sul possibile commissariamento del club per un anno, invece, bisognerà attendere il parere della Procura di Milano, chiamata a valutare le richieste avanzate dalla DDA lombarda. Sarebbe la prima volta nella storia del calcio italiano. In caso di società commissariata, cadrebbero tutte le cariche nell’organigramma attuale ma non è da escludere che il presidente Lucio Fares possa in seguito rivestire un ruolo operativo. Aspetti tecnici che saranno affrontati soltanto dopo il responso della procura milanese.