Maxi blitz con elicotteri, arresti nel clan Romito. Tra i fermati anche la moglie del boss “Baffino”

Arresti questa mattina sul Gargano. Operazione della Guardia di Finanza tra Mattinata, Manfredonia, Vieste e San Giovanni Rotondo. In manette nove soggetti, tutti ritenuti contigui alla cosca criminale attiva nel territorio di Mattinata – Vieste.

I militari del Comando Provinciale di Foggia hanno dato esecuzione ad una ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere e agli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Foggia, per i reati di detenzione illegale di armi e tentata evasione dal carcere di Foggia, nei confronti di nove soggetti tutti ritenuti contigui al clan un tempo capeggiato da Mario Luciano Romito, il notopregiudicato di Manfredonia vittima dell’agguato mafioso del 9 agosto 2017 a San Marco in Lamis in cui perirono anche il cognato e due fratelli contadini incensurati.

Elicotteri hanno sorvolato il promontorio fin dalle prime luci dell’alba. Tra i fermati c’è persino la moglie di Antonio “Baffino” Quitadamo, primula rossa di Mattinata e boss di spicco del clan. Alle 11 maggiori dettagli in una conferenza stampa in Guardia di Finanza.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come