Cerignola, carabinieri a caccia di droga ma trovano un’arma. Agli arresti il pregiudicato Dente

Durante lo scorso fine settimana i carabinieri della Compagnia di Cerignola, ben lungi dal farsi troppo distrarre dai pur importantissimi “impegni svizzeri”, hanno tratto in arresto Gianluca Dente, classe ’79, pregiudicato cerignolano. L’uomo, il giorno precedente all’arresto, durante un controllo alla circolazione stradale dei militari della Stazione di Cerignola era stato trovato in possesso di un modico quantitativo di stupefacente che, attese le circostanze, era risultato essere per uso personale. Nella giornata successiva gli stessi militari, ritenendo che l’uomo, titolare di una tabaccheria, potesse detenere dell’altro stupefacente all’interno dell’esercizio commerciale, e non per soli fini personali, hanno deciso di effettuarvi una perquisizione personale e locale.

Nel corso dell’operazione, i militari, che come detto erano convinti di poter trovare della droga, con non poco stupore hanno invece scoperto che Dente all’interno del suo negozio deteneva, in modo del tutto illegale, una pistola calibro 6,35, perfettamente funzionante, con un corredo di ben 97 cartucce e con il numero di matricola abraso. L’uomo, su disposizione del pm di turno, è stato rinchiuso nel carcere di Foggia. Risponderà dei reati di detenzione di un’arma clandestina e del relativo munizionamento e di ricettazione.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come