Orsara di Puglia e Troia tra i 230 comuni d’eccellenza dell’entroterra italiano. Il premio del Touring Club

Michela Del Priore con la Bandiera Arancione

Anche per il triennio 2018-2020, il Touring Club Italiano ha confermato Orsara di Puglia fra i 230 comuni d’eccellenza dell’entroterra italiano, confermando al Comune la Bandiera Arancione. Alla cerimonia di riconsegna del riconoscimento, tenutasi oggi lunedì 22 gennaio nel Palazzo Ducale di Genova, il Comune di Orsara di Puglia è stato rappresentato da Michela Del Priore, consigliere comunale delegata a Turismo e Eventi. In Italia, i comuni che dal 1998 si sono candidati a ottenere il riconoscimento del TCI, che premia l’interesse turistico e ambientale dei paesi italiani dell’entroterra con meno di 15mila abitanti, sono stati oltre 2.500. Attualmente, possono vantare questo riconoscimento soltanto 13 comuni pugliesi e 7 di questi si trovano in provincia di Foggia: Alberona (Fg), Rocchetta Sant’Antonio (Fg), Orsara di Puglia (Fg), Troia (Fg), Bovino (Fg), Sant’Agata di Puglia (Fg), Pietramontecorvino (Fg), Specchia (Le), Corigliano d’Otranto (Le), Locorotondo (Ba), Cisternino (Br), Oria (Br) e Alberobello (Ba).

“Il Comune di Orsara di Puglia – si legge nelle motivazioni della conferma – ha soddisfatto i criteri d’analisi e si è distinto in particolare per i seguenti elementi: buona attività ambientale e presenza di una rete sentieristica; varietà e fruibilità degli attrattori storico-culturali ed efficiente segnaletica di informazione turistica presso gli stessi; proposta di un ricco e vario calendario di eventi lungo tutto il corso dell’anno; buona valorizzazione dei prodotti agroalimentari tipici locali”. La Bandiera Arancione è un marchio estremamente selettivo. La commissione del Touring Club, prima dell’analisi della località e della visita sul campo, analizza le risposte a un questionario con 250 domande e richieste documentali che riguardano l’accoglienza, la ricettività e i servizi complementari, i fattori di attrazione turistica, la qualità ambientale e, infine, la struttura e la qualità peculiare della località.

“Siamo felici che il Touring Club ci abbia confermato il riconoscimento”, ha dichiarato il sindaco di Orsara di Puglia, Tommaso Lecce. “Orsara di Puglia è uno dei comuni pugliesi e, più in generale, del Mezzogiorno d’Italia, con il maggior numero di marchi che ne riconoscono la qualità turistica e ambientale: recentemente, infatti, ci sono stati confermati anche la certificazione di Cittàslow e il Quality Awards della rete Asel, oltre al titolo di Comune amico del Turismo Itinerante. Siamo parte integrante della Rete Nazionale di Cultura Popolare e vogliamo continuare a promuovere e migliorare la nostra offerta turistica”. E’ Foggia la provincia pugliese con più riconoscimenti di qualità ambientale, turistica e enogastronomica. La Capitanata, infatti, totalizza 33 riconoscimenti: 2 Cittaslow (Orsara e Sant’Agata di Puglia) su un totale di 5 in Puglia; 7 Bandiere Arancioni del Touring Club su 13; 5 Borghi più belli d’Italia su 10; 19 Borghi Autentici d’Italia su 56. Al secondo posto, la provincia di Lecce con 29; Bari terza con 12.

TROIA

Sono passati 20 anni dall’istituzione della Bandiera Arancione, l’importante riconoscimento della qualità dell’offerta turistica del Touring Club Italiano nato in quel di Genova. A distanza di 20 anni, è stata di nuovo Genova ad accogliere oggi, 22 gennaio, nella meravigliosa Sala del Gran Consiglio di Palazzo Ducale, i comuni italiani premiati con il vessillo arancione del Touring Club.
Troia, 3 anni dopo la prima Bandiera Arancione, si riconferma in vetta alla qualità dell’offerta turistica per ulteriori 3 anni, grazie all’incessante lavoro svolto da amministrazione e operatori turistici.
Una cerimonia tenutasi alla presenza di 150 sindaci, per 227 Bandiere Arancioni attribuite per il triennio 2018-2020 (19 in più rispetto alla precedente premiazione del 2015).

La Bandiera Arancione ha rivoluzionato il modo di intendere l’esperienza turistica offerta dai Borghi Italiani (è dedicata infatti alle cittadine con meno di 15.000 abitanti), perché non legata al solo patrimonio storico, culturale e ambientale del comune di riferimento, ma all’accoglienza di qualità offerta ai viaggiatori. Un marchio di validità temporanea, sottoposto all’analisi triennale del Touring Club Italiano, che verifica la sussistenza degli standard previsti e garantisce ai viaggiatori un costante monitoraggio della qualità dell’offerta turistica e uno stimolo al costante miglioramento per le amministrazioni.
“Si tratta di una notizia meravigliosa” ha commentato il primo cittadino troiano, il sindaco Leonardo Cavalieri, “che certifica ulteriormente il lavoro svolto in questi anni per elevare gli standard di qualità dell’offerta turistica della nostra amatissima cittadina. Una missione costante per migliorare ulteriormente accoglienza, ricettività e servizi complementari, fattori di attrazione turistica, qualità ambientale e struttura e qualità della località, quegli indicatori sintetici di impegno quotidiano e programmazione che costituiscono la quadratura complessa del cerchio dell’offerta turistica valutata dal Touring Club Italiano. Desidero ringraziare la passione e la dedizione con cui l’assessore al Turismo, Margherita Guadagno, non ha mai smesso di lavorare ed assieme a lei tutti gli operatori locali, oltre che i miei straordinari concittadini, capaci di rendere unica ed irripetibile l’esperienza turistica della nostra città di Troia”.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come