Ottimismo Stroppa: “Squadra viva, ma dobbiamo fare punti”. Promossi i nuovi arrivi

“Nel secondo tempo abbiamo tentato l’impresa ma il Pescara ha pensato solo a difendersi”, queste le prime parole di Giovanni Stroppa dopo il match perso in casa 0-1 contro la squadra di Zeman, suo amico e maestro. “Abbiamo preso due pali, non so quante volte siamo arrivati davanti la porta. La squadra è viva, ma servono fortuna e incisività. Positivo l’inserimento dei nuovi, Greco mi ha chiesto di uscire, bene invece, la coppia Nicastro-Mazzeo insieme in attacco”. Per l’allenatore dei satanelli Mazzeo “è quello più pulito nelle conclusioni, sa giocare in mezzo come pochi. Non ho voluto stravolgere l’equilibrio tattico quando ho fatto entrare Scaglia, perché essendo mancino, poteva ostacolare la difesa centrale del Pescara”.

E su Greco aggiunge: “Sa quando velocizzare e sa quando rallentare, ma non ha ancora la condizione giusta – ha continuato-. Ha una pulizia di gioco come pochi, speriamo che faccia di più andando avanti. Oggi è mancato il gol. Nicastro l’ho visto molto bene in allenamento, ho fatto una scelta ben ponderata e sono stato ripagato. La squadra è completa ma se riusciamo a completarla coi doppi ruoli sarebbe al completo. Dobbiamo fare punti”.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come