Coperte per i senza tetto in stazione a Foggia, l’iniziativa di Forza Nuova

Come ogni settimana Forza Nuova insieme ai cittadini foggiani, ha effettuato l’oramai consueta passeggiata per la sicurezza nel quartiere ferrovia, nell’occasione militanti e cittadini hanno distribuito coperte e giubbotti ai senza tetto che gravitano intorno alla stazione. “Il gesto – fanno sapere – rientra nella mission del movimento che va in direzione diametralmente opposta a quella della politica locale, molto attenta alle poltrone ed agli incarichi e pronta al primo cambio di direzione del vento a salire sul carro del vincitore”.

“A onor del vero durante la passeggiata odierna – spiegano – Forza Nuova ha osservato un miglioramento in merito al degrado del quartiere, frutto di un azione di prevenzione verso chi non rispetta le regole del vivere civile, ma il nostro giudizio è sospeso perché spesso queste sono azioni volte a dare subito un segno di discontinuità con il passato ma rimangono isolate e con il passare del tempo tutto torna come prima. Anche a livello comunale vi è stata una implementazione delle attività  per la riqualificazione del quartiere, ma a nostro avviso pur non volendo essere maligni, lo riteniamo frutto dell’imminente campagna elettorale, terminata la quale, tutto tornerà come prima. Nel dubbio l’unica certezza è l’azione di Forza Nuova che non coincide mai con campagne elettorali o avvenimenti  analoghi, ma è costante e continua  sul territorio”.

“Ricordiamo la battaglia insieme ai legittimi assegnatari dell’ex distretto di via Fuiani – concludono -, la campagna per la sicurezza a Borgo Mezzanone all’indomani di un tentativo di stupro da parte di chi non ha titoli per essere in Italia, le passeggiate per la sicurezza che ormai da circa due anni sono settimanali passando per la raccolta e la distribuzione alimentare alle famiglie bisognose. La settimana prossima si terranno i corsi di autodifesa per le donne nella federazione provinciale di Foggia in Piazza De Carolis, Forza Nuova ne darà diffusione attraverso la stampa”.