Cacciatori, Monte S.Angelo spinge per ospitarli. “Porterebbero beneficio a collettività”

Cacciatori di Puglia con sede in provincia di Foggia. L’annuncio del ministro dell’Interno, Marco Minniti è ormai di qualche settimana fa. Ora si attende l’ufficialità sullo stabile che ospiterà il reparto speciale dei carabinieri. A proporsi prima di ogni altro, il sindaco di Monte Sant’Angelo, Pierpaolo D’Arienzo che ha indicato l’istituto tecnico commerciale cittadino. “Di ufficiale al momento non c’è nulla – ha detto a statoquotidiano.it il vicesindaco del Comune di Monte Sant’Angelo, Michele Fusilli -. Posso solo dire che eravamo consapevoli che il ministro Minniti avrebbe annunciato a breve la sede del reparto. Allo stesso tempo, sapevamo che la nostra proposta poteva anche non ricevere un accoglimento immediato, perchè si tratta di un istituto (sede dell’Istituto Tecnico Commerciale, di circa 1500 metri quadrati) che andrebbe adeguato”.

E ancora: “Abbiamo coinvolto la Regione Puglia, ricevendo il relativo benestare. Abbiamo scritto alla Pinotti (ministro della Difesa, ndr), al Comando provinciale dei Carabinieri di Foggia, al prefetto di Foggia. Inoltre, un comandante generale dell’Arma, con altri 5-6 generali, ha visionato la sede riservandosi le relative valutazioni. Ricordo a tutti che altre sedi ipotizzate (Jacotenente e Amendola, ndr) non sono di proprietà del Comune. La presenza del reparto Cacciatori a Monte Sant’Angelo, nella città di Monte, non potrebbe che portare beneficio all’intera collettività, da diversi punti di vista. L’istituto scolastico proposto potrebbe rappresentare, una volta adeguato, la sede idonea e definitiva per il reparto”.