Galano, proprio lui, beffa il Foggia. Derby al Bari all’ultimo respiro

33.567 spettatori. Numeri record per il derby pugliese tra Bari e Foggia, atteso da 20 anni. Bello lo spettacolo sugli spalti, un po’ meno quello in campo. Poche le emozioni ma vince il Bari. In gol Galano al 91′. Galletti in testa con 29 punti, più uno sul Palermo, Foggia resta fermo a 18.

La cronaca

Stroppa costretto agli straordinari a causa dell’assenza di alcuni titolari. In campo, col 4-3-3, Tarolli; Loiacono, Camporese, Coletti, Celli; Agnelli, Vacca, Gerbo; Fedato, Beretta, Calderini. Primi 20 minuti di studio tra le due formazioni. Un paio di tiri dalla distanza di Galano non spaventano Tarolli, quest’ultimo all’esordio in B. Il match si scalda al 27′, quando Fedato, dalla destra, mette in mezzo per Beretta ma il colpo di testa del numero 9 è molle e finisce comodamente tra le braccia di Micai. Subito dopo ci prova Improta, palla di poco a lato. Foggia ben messo in campo, compatto e sempre pronto a ripartire. I padroni di casa controllano maggiormente la palla ma senza affondare. L’occasione più ghiotta arriva al 36′: testa di Improta sugli sviluppi di un angolo e palla che pizzica il palo e va sul fondo. Al 39′ altra chance per i galletti ma Cissè spara a lato da ottima posizione. Successivamente ci prova Fedato ma il suo sinistro è alto.

Inizio di secondo tempo più vivace. Rossoneri pericolosi sugli sviluppi di un angolo. Mischione in area ma nessuno ne approfitta. Il Foggia preme ma senza incidere. Stesso discorso per i biancorossi. La prima reale occasione da gol arriva al 63′ sul destro di Brienza (entrato al posto di Basha) ma l’attaccante non inquadra lo specchio della porta. Al 70′ dentro Floro Flores per Cissè. Nel Foggia Chiricò sostituisce Calderini. Al 80′ tegola per i rossoneri, Coletti, già ammonito, entra in ritardo su Galano e becca il secondo giallo. Satanelli in dieci. Il forcing barese degli ultimi minuti va a sbattere contro il muro del Foggia. Grosso si gioca la carta Nenè per Fiamozzi. Al 91′ la beffa. Imbucata di Brienza per Floro Flores che mette in mezzo per Galano che deve solo spingerla in rete. Boato del San Nicola mentre l’attaccante, foggiano, non esulta. Dopo 4 minuti di recupero ecco il fischio finale, Bari 1 – Foggia 0. Sconfitta bruciante per i ragazzi di Stroppa.



In questo articolo: