Omicidio stradale, tre anni e sei mesi al giovane che ha investito e ucciso Luigia

Questa mattina il giudice Domenico Zeno ha emesso la sentenza del processo a carico di Ciro Gabriele Corvino imputato dell’omicidio stradale di Luigia Campanaro, avvenuto il 20 novembre 2016. L’imputato è stato condannato alla pena detentiva di tre anni e sei mesi, alla revoca della patente e al pagamento delle spese processuali e al risarcimento del danno alle costituite parti civili. Le motivazioni saranno comunicate entro novanta giorni. La sentenza di oggi si inserisce nel repertorio di un reato – l’omicidio stradale – che ha pochi precedenti nel nostro Paese, essendo stato introdotto solo nel 2016. La famiglia ha ascoltato con emozione la lettura della sentenza, che ha accolto con estremo riserbo.

“Abbiamo sempre invocato giustizia e non vendetta – hanno dichiarato congiuntamente i genitori, il fratello ed il fidanzato Agostino –.  Niente e nessuno riporterà indietro le lancette dell’orologio per restituirci il sorriso e l’amore di Luigia, che non è assente dalle nostre vite. Ci auguriamo che questa sentenza sia da monito a chiunque si metta alla guida senza prestare la dovuta attenzione”.





Change privacy settings