Renzi a Foggia in treno, visita a Emmaus. “Scelta perchè luogo d’avanguardia”

Il segretario del Pd Matteo Renzi alla partenza del treno del Pd “Destinazione Italia” alla stazione Tiburtina, Roma, 17 ottobre 2017. ANSA/ANGELO CARCONI

L’ex premier Matteo Renzi sarà a Foggia venerdì prossimo. La scelta del luogo non è casuale. La comunità di Emmaus tiene dentro molti temi dell’agenda politica nazionale: lo ius soli, i flussi migratori, l’inclusione e i nuovi modelli di welfare. Sarà l’europarlamentare Elena Gentile – ex assessore alle politiche sociali della Giunta Vendola – a fare da Cicerone al leader Pd. “Abbiamo scelto questo luogo perché offre uno spaccato interessante del Welfare di comunità – ha spiegato -, qui si sperimentano modelli innovativi replicabili in altri contesti, dall’inserimento lavorativo al servizio civile. Mi è stato chiesto di individuare un luogo d’avanguardia in questo senso e non ho avuto dubbi”.

Renzi arriverà alla stazione di Foggia alle 8 e 30, poi raggiungerà Emmaus in pullman. Il tempo sarà contingentato, per via delle diverse tappe pugliesi che dovrà fare nella stessa giornata (Barletta, Polignano, San Vito dei Normanni, Lecce e Taranto). La visita “privata” durerà 90 minuti, il tempo necessario per dialogare con operatori e volontari. Il treno, partito il 17 ottobre dalla stazione Tiburtina di Roma, toccherà 107 città in 8 settimane. Ad accompagnare Renzi nella prima tappa del viaggio ci sono i ministri Graziano Delrio e Maurizio Martina, il capogruppo Ettore Rosato, il portavoce del partito Matteo Richetti, il tesoriere Francesco Bonifazi e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.