Sport integrato, a Foggia studenti da tutta Puglia per la Giornata Paralimpica

Non mettere un punto dove può esserci una virgola. È questo lo slogan della 11esima edizione della Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico, in programma giovedì 5 ottobre in piazza Cavour. La manifestazione, con il trascorrere degli anni, è diventata l’evento promozionale di punta del CIP – Comitato Italiano Paralimpici -, ottenendo notevoli risultati in termini di partecipazione e per gli effetti a caduta delle sulle città ospitanti. Attualmente, l’evento coinvolge un numero cospicuo di studenti (normodotati e disabili) e istituti scolastici partecipanti.
La ratio della giornata promuove la mission del movimento paralimpico e i suoi valori di integrazione e inclusione sociale, sintetizzati nel format dell’evento che si traduce in un villaggio sportivo all’aperto, accessibile a tutti, studenti delle scuole e cittadini che avranno l’opportunità di provare le diverse discipline sportive paralimpiche (in media 20), insieme agli atleti e tecnici delle federazioni coinvolte, valorizzando i progetti di sport integrato, presente ormai in gran numero negli istituti.
L’arrivo delle scuole, programmato alle ore 8, proseguirà con l’esecuzione  dell’Inno Nazionale cantato dagli alunni dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Einaudi-Grieco”. La manifestazione si concluderà alle 13 con la consegna dei riconoscimenti.

La Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico è organizzata dal CIP, in collaborazione con la Fondazione Italiana Paralimpica, unitamente al partner istituzionale Inail e ai main partner Gruppo Mediobanca, Fondazione Terzo Pilastro, Eni e Toyota. “Un’iniziativa in cui il valore della sensibilità diventa fiore all’occhiello dell’intera città” – ha detto durante la presentazione, il sindaco Franco Landella -.  L’evento si svolgerà in contemporanea in altre cinque città (Milano, Ostia, Bologna, Sassari, Palermo), per questo rappresenta per Foggia e non solo la più importante iniziativa per favorire l’integrazione delle persone disabili nel tessuto sociale attraverso la pratica sportiva. “Dopo aver organizzato per sei anni la Giornata Paralimpica credo che questa sia la migliore – ha detto Giuseppe Pinto, presidente CIP Puglia -. Le scelte inizialmente era cadute anche su Lecce, ma l’ago della bussola è alla fine è caduto sulla città di Foggia. In piazza arriveranno circa 2.800 studenti da tutta la Puglia e poi ci saranno altre rappresentanze di associazioni. L’organizzazione è il risultato che quando si lavora in sintonia, si lavora bene: incontri col MIUR, Comune e Regione. Arriveranno pullman da Taranto e un treno speciale da Lecce. Per quanto riguarda i numeri non abbiamo rivali – precisa Pinto -. Nella palestra a cielo aperto di piazza Cavour saranno presenti 18 federazioni sportive (calciobalilla, atletica leggera, scherma, equitazione, pesistica) e circa 70 addetti ai lavori tra atleti e tecnici”.

Il CIP, relativamente all’attività agonistica, coordina e favorisce la preparazione atletica delle rappresentative paralimpiche e delle diverse discipline in vista degli impegni nazionali ed internazionali e, soprattutto dei Giochi Paralimpici, estivi ed invernali, che si svolgono circa due settimane dopo i Giochi Olimpici, nelle stesse sedi e strutture utilizzate per le Olimpiadi. “Sarà una grande festa dello sport – ha spiegato a l’Immediato Renato Martino, vicepresidente CIP Puglia (video in alto) -. Tutte le federazioni avranno l’occasione di mostrare cosa si può fare. A Foggia giungeranno studenti dall’intera regione. Partiranno due grandi cortei: uno dal piazzale della Stazione per chi giungerà in treno e uno da via Bari per coloro che arriveranno in pullman. Le scuole di Foggia accederanno in piazza Cavour da corso Giannone. La giornata sarà una grande opportunità di incontro per dimostrare come lo sport sia collante per tutti”.
 
“Il treno dello Sport”, questo il nome del Frecciabianca che partirà intorno alle 5 del mattino da Lecce, con fermate a Brindisi, Bari e Barletta. L’accordo con Trenitalia è promosso dalla Regione Puglia. “Esempio di come le istituzioni lavorano bene insieme. Finanzieremo il trasporto di questi ragazzi, a favore dell’importanza dello sport che assume e diventa strumento terapeutico per le persone con disabilità. Da parte nostra ci sarà massimo supporto” – ha detto Raffaele Piemontese, assessore regionale allo Sport.
Alla presentazione di questa mattina erano presenti anche Domenico Di Molfetta, coordinatore provinciale educazione fisica, Francesca Rondinone, delegata provinciale CIP, Maria Aida Episcopo, dell’Ufficio Scolastico regionale per la Puglia, Sergio Cangelli, assessore con delega allo Sport del Comune di Foggia e Claudia Lioia, assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Foggia.

A sostegno della manifestazione e del claim che la identifica, anche il campione Luca Mazzone, classe ’71 e originario di Terlizzi, con alle spalle una storia lunga e ricca di successi. Partendo dal nuoto, con la sua prima partecipazione ai Giochi di Sidney nel 2000, Mazzone vanta diversi record anche nel ciclismo che, con la handbike lo ha portato a conquistare l’oro alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro.