Spaccio di stupefacenti, arrestato Primosa di Monte Sant’Angelo

I carabinieri della Compagnia di Manfredonia, nello specifico i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente il 28enne di Monte Sant’Angelo, Michelangelo Primosa.

Nel corso di uno specifico servizio lungo la S.P. 141 volto al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri sipontina, ha intimato l’ALT al conducente di un’autovettura proveniente da Cerignola con direzione Manfredonia, identificando il 28enne montanaro. Dopo aver verificato l’identità del soggetto che alla vista dei carabinieri ha mostrato inequivocabili segni di forte agitazione, i militari hanno proceduto ad una perquisizione personale e veicolare. Nel corso delle operazioni, effettuate con l’ausilio di personale dell’Aliquota Operativa nel frattempo sopraggiunto, è stato rinvenuto, oculatamente occultato nel vano porta ruota di scorta del bagagliaio dell’auto, un borsone di colore scuro contenente marijuana sfusa e una busta di cellophane sigillata, contenete anche questa sostanza stupefacente dello stesso tipo, per un peso complessivo di 550 grammi. Inoltre, addosso al giovane è stata trovata la somma contante di 450 euro, in banconote di vario taglio, posta in sequestro poiché ritenuta provento dell’attività illecita unitamente alla sostanza stupefacente. Al termine delle formalità, Primosa è stato dichiarato in arresto e condotto in carcere a Foggia, a disposizione dell’autorità giudiziaria.