28 maggio ’43: studenti foggiani ricordano le vittime dei bombardamenti

Ricorre oggi il 74? anniversario dei bombardamenti su Foggia tra il maggio e il settembre del 1943, durante il secondo conflitto mondiale. Le incursioni aeree furono complessivamente nove, e provocarono circa 20.000 vittime. 

Ieri mattina al Teatro Umberto Giordano si è svolta la tradizionale manifestazione commemorativa “28 maggio ‘43”, una matinée per gli studenti delle scuole di diverso ordine e grado del capoluogo, per ricordare il giorno in cui ebbe inizio una delle pagine più tragiche nella storia della città.

L’evento è stato organizzato dall’amministrazione comunale di Foggia, con l’impegno degli assessorati alla Cultura e alla Pubblica Istruzione, in collaborazione con il Comitato per un Monumento alle Vittime del ’43 a Foggia, il Liceo Classico “Vincenzo Lanza” e quello Artistico “Peruggini” di Foggia e la Compagnia Teatrale “ScenAperta”.

“Un momento che segna la forza di un popolo, quello foggiano che ha avuto la forza di rialzarsi” – ha commentato il sindaco Franco Landella -. Sul palco del teatro comunale anche Alberto Mangano in rappresentanza del Comitato “Un Monumento alle vittime del ‘43 a Foggia”. 

Durante la mattinata è stato proiettato il documentario “Le incursioni del ‘43” di Claudio Manzi, a seguire poi una rappresentazione della Compagnia “Gli In…certi” del Liceo Classico “Vincenzo Lanza” con la regia di Michele D’Errico e la direzione artistica di Mariolina Cicerale, e della Compagnia “ScenAperta” con ‘Na cammenàte di Raffaele De Seneen con la regia di Tonio Sereno. Ad animare la cerimonia anche il coro del Liceo Classico-Artistico “Lanza-Peruggini” diretto dal maestro Giulia PanettieriL’appuntamento verrà replicato a settembre e sarà rivolto a tutta la cittadinanza.