Borghi più belli, la Puglia porta a Roma sei comuni. Ci sono Troia e Biccari

Le Regioni sono protagoniste assolute di questa mostra. Alla Puglia, presente per tutto il corso della mostra, è dedicata una intera giornata il 6 giugno,  con uno spazio interno alle Terme di Diocleziano che consentirà di presentare e far scoprire ai visitatori le tipicità locali, prodotti enogastronomici, prodotti di artigianato e culturali, tradizioni, arti e mestieri.
 All’evento la Puglia partecipa con i Comuni che si sono candidati e precisamente: Alberobello, Associazione Borghi Autentici, Biccari, Cisternino, Salve e Troia. Il Comune di Alberobello organizzerà delle dimostrazioni di lavorazione artigianale e presenterà una rievocazione storica “Arborisbelli”. Figuranti in costume durante la proiezione del corto metraggio “Alberobello 27 maggio 1797” rappresenteranno situazioni di vita quotidiana tra il 700 e l’800; Cisternino parteciperà con l’esposizione di prodotti tipici, con uno spettacolo di musica popolare e con la proiezione di filmati sul Borgo; il Comune di Biccari che si presenta come “Associazione Borghi Autentici”, organizzerà delle dimostrazioni di lavorazioni artigianali oltre che esporre i prodotti enogastronomici. Si esibirà il Gruppo di musica popolare Grico-Salentino; il Comune di Salve esporrà i prodotti enogastronomici e verranno proiettati i filmati del Borgo; infine il Comune di Troia, esporrà i prodotti enogastronomici tipici. Si esibiranno in una performance teatrale, due attori che ormai da anni portano avanti con successo lo spettacolo divenuto emblema dell’immagine e della tradizione turistico-culturale della città. La giornata dedicata alla Puglia si aprirà con una conferenza stampa di presentazione dei Borghi partecipanti alla Kermesse, alla presenza dell’Assessore, Loredana Capone.
 
 “E’ un dato di fatto la ricchezza del territorio pugliese, dal Gargano al Capo di Leuca, con i suoi  suggestivi borghi ricchi di attrattori culturali, paesaggi incantevoli, tradizioni e tipicità enogastronomiche. La Puglia vanta 13 comuni bandiera arancione, 10 borghi più belli, e tantissimi borghi autentici. La preziosa sinergia tra Regione Puglia Puglia e le altre regione che partecipano al progetto cofinanziato dal Mibact, fa emergere un unico racconto attraverso i borghi italiani, e significa mettere insieme le forze, confrontarsi, guardare al di la del proprio campanile, pur rimanendo legati al proprio singolo territorio – commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone –. La Regione Puglia ha ormai da tempo indirizzato il proprio impegno nella valorizzazione dei Borghi. Infatti, è partner di due importanti progetti Interregionali di Sviluppo Turistico sostenibile: ‘Itinerari culturali e tematici nei borghi storici italiani’, insieme alla Regione Emilia Romagna, Molise, Basilicata, Calabria, Marche, Piemonte, Sicilia e Umbria, Lazio, Liguria, e Toscana ed il progetto “Itinerari nella cultura, storia, tradizioni, paesaggi del mare e delle miniere di mare’, con Emilia Romagna, Liguria, Sardegna, Molise, Sicilia Calabria e Friuli Venezia Giulia. La finalità è la valorizzazione di itinerari turistici eco – sostenibili nei Borghi caratterizzati da spiccati   elementi di rilevanza storica, culturale, religiosa e da un potenziale di attrazione della domanda turistica internazionale. Dei 258 comuni della Puglia, molti si possono fregiare del titolo di Bandiere Arancioni, Bandiere Blu, Borghi Autentici, Borghi più belli d’Italia, Città Bio, Città Slow, Gioielli d’Italia. A volte racchiudono sorprese e conservano per la maggior parte una autenticità e una tradizione ormai sempre più rare. Sono mete inconsuete per i turisti, sono di mare e dell’entroterra, sono una esperienza da provare. Sempre sono tenuti insieme da un filo nascosto che è il senso di appartenenza e di attaccamento delle loro popolazioni che conservano la memoria di un passato che ha lasciato piazze, chiese, castelli e torri inattesi e spesso sconosciuti agli stessi pugliesi”.
Il progetto prevede anche l’iniziativa dal titolo “Passaborgo”, l’organizzazione e la promozione di un vero e proprio viaggio alla scoperta dei borghi italiani.
La prima edizione si svolgerà dal 17 giugno al 30 settembre 2017. I Borghi che si candideranno potranno fare parte di questo viaggio  attraverso l’Italia ancora poco conosciuta, quella che però emoziona e meraviglia. Ciascun borgopotrà essere punto di attestazione del “visto” che i viaggiatori dovranno collezionare per completare il proprio passaborgo e poter essere premiati come viaggiatori dell’anno.
 



In questo articolo: