Foggia senza Polizia Postale, Ministero la vuole chiudere. Grido d’allarme del Sap

Polizia Postale di Foggia a rischio chiusura. Grido d’allarme del Sindacato Autonomo di Polizia che per bocca del suo segretario, Giuseppe Vigilante, pone l’attenzione su un rischio sempre più reale. “La segreteria provinciale del SAP di Foggia, sin dall’inizio della paventata chiusura della Polizia Postale in questa città, ha fatto le barricate per evitarla – scrive Vigilante -. Ha invitato le istituzioni locali, provinciali e regionali affinchè ciò non accadesse. Abbiamo definito i colleghi della Polizia Postale di Foggia “poliziotti professionalmente preparati per il loro compito… e le svariate operazioni concluse felicemente, lo dimostrano. Nel 2014 dicemmo che la chiusura della Polizia Postale a Foggia sarebbe un’atroce sconfitta e Noi del SAP combatteremo in ogni dove”.

Oggi, di fronte ad una realtà sempre più critica in città e nella provincia, per lottare contro una criminalità sempre più agguerrita, feroce e prepotente, dove si chiede l’immediata apertura di un reparto prevenzione crimine in questa provincia in pianta stabile per fronteggiarla, dove più istituzioni chiedono l’immediata apertura della Corte d’Appello della DDA e DIA, i vertici del Ministero dell’Interno vogliono chiudere la Polizia Postale. Non possiamo permettercelo”.

Poi Vigilante ricorda: “Il sindaco della città di Foggia, Landella, nel 2014 ha raccolto la denuncia lanciata dal Sindacato Autonomo di Polizia sulla chiusura della sede della Polizia Postale di viale XXIV Maggio”. Queste le parole del primo cittadino: “La paventata chiusura della sede di Foggia della Polizia Postale rappresenterebbe per la nostra città un grave depauperamento in termini di competenze e professionalità, oltre che un passo indietro rispetto alla necessità di potenziare, anche in termini di risorse umane, l’attenzione del Governo nazionale sulla vertenza sicurezza del territorio. Sposo e faccio mie le considerazioni espresse dal SAP circa i rischi che questa chiusura comporterebbe, soprattutto per ciò che riguarda la lotta ai reati telematici, ormai in sempre maggiore aumento e che in una quota significativamente consistente riguardano minori. Proprio recentemente la Commissione Parlamentare Antimafia ha certificato l’alto livello di emergenza della città di Foggia e della Capitanata sul versante della sicurezza. Il che rende ancor più incomprensibile e sbagliata la decisione che starebbe per essere assunta”.

Il SAP foggiano richiede alle istituzioni, a tutti i livelli, di scongiurare  la chiusura della Polizia Postale di Foggia e di intervenire in ogni dove affinchè ciò non accada.