L’urlo rossonero piega il Cosenza, 3 a 1 allo Zac. Reti di Loiacono, Sarno e Sicurella

Festa al gol di Sarno
Festa al gol di Sarno

Qualche patema d’animo ma poi il Foggia si riprende e conquista 3 punti preziosissimi nella corsa alla promozione. Battuto in rimonta il Cosenza, 2 a 1 il risultato finale. Gol di Loiacono, Sarno e Sicurella. Statella per gli ospiti, passati in vantaggio al 34′. I rossoneri agganciano la Juve Stabia e sono a due punti dalla coppia di testa formata da Lecce e Matera.

La cronaca

Ultimo turno del girone di andata del campionato di Lega Pro tra Foggia e Cosenza. Stroppa schiera Guarna tra i pali, linea difensiva a quattro con Rubin, Empereur, Coletti e Loiacono, Vacca in regia con ai lati Agnelli e Riverola, in attacco il trio formato da Sainz-Maza, Sarno e Chiricò.
Primi minuti di gioco con poche grandi occasioni. Ci prova Coletti con un gran tiro dalla distanza, ferma Perina.
Al 17′ Maza serve Riverola che non riesce ad inquadrare la porta. Poca incisività da parte dei rispettivi attacchi, con i padroni di casa a dominare il gioco senza mai rendersi particolarmente pericolosi. Illude Rubin che dalla fascia lascia partire un tiro cross di poco alto. Al 30′ Chiricò carica il sinistro ma non inquadra la porta. Al 34′ Zaccheria gelato: il Cosenza passa in vantaggio grazie a Statella, bravo a sfruttare un assist di Ranieri. Equilibrio spezzato quindi, dopo un netto dominio da parte dei satanelli nella prima frazione di gioco. Ma non è finita. Al 44′ Rubin crossa in area, palla deviata dai rossoblù e Loiacono è lì pronto a raccogliere e pareggiare. Squadre negli spogliatoi sull’1 a 1.

Squadre di nuovo in campo con i rossoneri subito pericolosi. Prima Vacca che prova a tirare in porta dalla metà campo, poi una punizione battuta da Sarno e respinta dalla difesa avversaria.
Ritmi più intensi al 60′, ci prova due volte Sainz-Maza, senza concretizzare.
Al 67′ la rete di Sarno firma il raddoppio dei satanelli. Dieci minuti dopo ci prova nuovamente Riverola posizionato al centro dell’aria di rigore, che carica troppo il destro e manda la sfera sopra la traversa per pochi centimetri. Il Cosenza sfrutta i tre cambi per provare a reagire. Fuori Gambino, Capece e Criaco. Dentro Baclet, Filippini e Cavallaro. Cambia anche Stroppa che all’84’ fa entrare Sicurella al posto di Riverola. Ed è proprio Sicurella a firmare il 3 a 1 con una bella azione personale. Il Foggia va.