Il Foggia dura un tempo, è solo 1 a 1 allo Zaccheria. Rossoneri bloccati dalla Casertana

2016-11-27-PHOTO-00000261

Una ghiotta occasione sprecata per tenersi stretta la prima posizione. È solo 1 a 1 tra Foggia e Casertana allo Zaccheria. Satanelli in campo per la 14^ giornata di campionato di Lega Pro con Guarna trai pali, Angelo, Loiacono, Coletti e Rubin in difesa. Sulla mediana Agnelli, Vacca e Agazzi e in attacco Sainz-Maza, Sarno e Chiricò.
Match ad alta tensione sin da subito con il Foggia a dominare largamente nella prima parte. Al 10′ è già vantaggio. Lo spagnolo Sainz-Maza si accentra in area e calcia spiazzando Ginestra. Rossoneri avanti.
Ma c’è anche tanta tensione in campo tra le due squadre. Giallo per Vacca e Pezzella che non se le mandano a dire. La Casertana approfitta di qualche ripartenza ma i padroni di casa murano e riconquistano la sfera. Ci riprova la punta spagnola del Foggia con un tiro dalla distanza, questa volta Ginestra para. Ritmi che calano alla mezz’ora, e una grande occasione – persa – dagli avversari. Orlando serve Carlini, che davanti alla porta manda in pallone sopra la traversa. Si salva il Foggia. Al 45′ Angelo crossa per Sainz-Maza che con un colpo di testa non riesce a metter dentro. Tutti negli spogliatoi. 1 a 0 per il Foggia.

2016-11-27-PHOTO-00000264

Squadre di nuovo in campo per la ripresa ma i rossoneri non sembrano avere la verve dei primi 45 minuti. Carlini subisce fallo, subito giallo per Angelo e rigore per la Casertana che pareggia proprio con Carlini. S’infiamma il match. I rossoblu prendono coraggio e ci provano.
Stroppa fa uscire Agnelli per Gerbo. Ma poco più tardi, al 62′, rosso per Loiacono per fallo su Orlando. Vacca prende il suo posto nel reparto difensivo del Foggia.
Dentro anche Padovan al posto di Chiricò. Grande occasione per i padroni di casa al 74′ quando proprio Padovan si allunga in area ma non arriva sulla palla. Ci prova l’accorrente Agazzi che carica il destro e manda sopra la traversa la palla. Occasione anche per Sarno con tiro dalla distanza, ma il napoletano non inquadra la porta. Gli ultimi minuti succede davvero poco a parte qualche scintilla tra i calciatori.
Ancora una volta finisce con un pareggio allo Zac. Dopo la vittoria contro il Catanzaro che aveva fatto ben sperare, il Foggia torna a zoppicare. Lecce in testa a 32 punti, rossoneri 30.



In questo articolo: