Cerignola, padre e figlio arrestati per detenzione di cocaina e resistenza a Pubblico Ufficiale

carabinieri

Dopo le perquisizioni che hanno interessato il quartiere San Samuele, e che hanno portato al rinvenimento di cospicui quantitativi di sostanze stupefacenti, oltre che di armi, l’attenzione dell’Arma si è concentrata sul quartiere Torricelli. In particolare, a seguito di una serie di perquisizioni domiciliari, sono stati tratti in arresto Francesco e Carmine Merlicco, rispettivamente di 44 e 22 anni: padre e figlio. 

I militari della stazione di Cerignola si sono presentati presso la loro abitazione per dei controlli ma il 44enne ha tentato di bloccarli in ogni modo, anche attraverso la violenza. Nel frattempo il figlio ne approfittava per scappare gettandosi dal secondo piano, mentre ancora era in pigiama e scalzo. I militari che erano rimasti appostati nei pressi del palazzo, dopo aver notato che il giovane, durante la fuga, si era disfatto di una confezione, prima lo hanno rincorso e fermato, poi hanno recuperato il materiale consistente in 40 dosi di cocaina per un peso totale di circa 16 grammi. I due sono stati arrestati: il padre per resistenza a Pubblico Ufficiale ed il figlio per detenzione ai fini di spaccio di cocaina.