Isole ecologiche e parcheggi a pagamento, per il Comune di Foggia sono compatibili

Altri cassonetti davanti ai negozi-2

“La presenza degli stalli a pagamento non è incompatibile con la presenza delle isole ecologiche, indispensabili per l’espletamento del servizio di raccolta rifiuti. Peraltro, è bene ricordare che quando è stata decisa e realizzata la zsr in città, le isole ecologiche erano già presenti nelle attuali posizioni, quindi si era già preventivato che tali postazioni restassero a disposizione dei cittadini per il conferimento dei rifiuti. Inoltre, proprio allo scopo di evitare il fastidioso spostamento delle isole ecologiche da parte di qualche cittadino incivile, stiamo mettendo a punto una mappatura definitiva delle isole ecologiche cittadine, così da realizzare, a spese di Amiu Puglia, stalli gialli delimitativi delle stesse. Quindi la polemica, nella fattispecie, è sterile e priva di fondamento”.
E’ quanto dichiarano il presidente di Amiu Puglia, Gianfranco Grandaliano e l’assessore all’ambiente del Comune di Foggia, Francesco Morese.
“Certo – proseguono – la presenza dei cassonetti significa la perdita di qualche posto auto, in questo caso a pagamento, ma se le isole ecologiche venissero rimosse da tutte le zone a sosta regolamentata, il danno economico per le casse comunali sarebbe ben più ingente, visto che tutti i cittadini delle zone interessate dagli stalli potrebbero esigere lo sconto sulla Tari, così come previsto dalla normativa vigente, ritrovandosi le isole di conferimento a oltre 200 metri dall’abitazione. Senza dimenticare, cosa ben più importante, l’enorme disagio per tanti foggiani che sarebbero costretti a conferire lontano dal proprio condominio”.