I mille di De Pellegrino contro la sosta tariffata, consegnato documento per la revoca

Alfonso De Pellegrino
Alfonso De Pellegrino

Consegnato il documento per la revoca dell’allungamento della sosta tariffata fino a mezzanotte a Foggia. A promuovere l’iniziativa Alfonso De Pellegrino che stamattina sperava di trovare il sindaco Franco Landella in Comune. Assenza del primo cittadino poco gradita al consigliere comunale Pd che sperava in un confronto. Poco male, il documento è stato comunque consegnato e protocollato negli uffici di Palazzo di Città. “No” secco all’estensione del pagamento della sosta dalle ore 20.00 alle ore 24.00. Richiesta ufficialmente la revoca della Deliberazione della Giunta Comunale n. 89 del 15 luglio 2016. Circa mille le firme raccolte finora attraverso una petizione online. Ecco il contenuto del documento firmato dal consigliere comunale.

Egregio sig. Sindaco,
“Quale promotore della petizione on line lanciata su change.org – scrive De Pellegrino – le comunico che in soli 4 giorni circa 800 cittadini foggiani (diventati circa 1000 nel frattempo, ndr) hanno liberamente aderito e sottoscritto il loro dissenso riguardo la decisione della Amministrazione Comunale di estendere l’orario di sosta a pagamento dei parcheggi dalle ore 20.00 alle ore 24.00 in alcune zone centrali della nostra città: presso il parcheggio `La Maddalena’ di via Saverio Altamura, via Luciano Mele e piazza Martiri Triestini, piazza Piano della Croce o piano delle Fosse.
Per la verità le preoccupazioni dei sottoscrittori sono numerose e di diverso tenore, fra le tante spiccano alcune: che il provvedimento emanato penalizza in primis i cittadini, costretti ad un ulteriore esborso economico, consacrando una carenza della funzione istituzionale della Polizia Municipale in ordine al controllo del territorio e al fenomeno annoso e becero dei parcheggiatori abusivi; che l’esborso economico, in ogni caso, non risolverebbe nella maniera più assoluta il problema, che attanaglia non solo le strade centrali richiamate nella delibera di giunta ma anche altre zone cittadine (c’è chi parla già di “citta degli abusivi”), le altre preoccupazioni sono tutte visibili e consultabili a margine della stessa petizione”.
“In sintesi – continua il consigliere comunale del Pd – al danno sia aggiunge la beffa che i foggiani sono costretti a sopportare pagando una “tassa occulta” sulla legalità che l’Amministrazione comunale è tenuta invece a garantire per legge attraverso il corpo di Polizia Municipale. Giova evidenziare, inoltre, quanto il detto provvedimento sia sorprendente atteso che la scorsa estate, come Lei certamente sa, con la determina dirigenziale n. 14 del 31 agosto del 2015 il Comandante della Polizia Municipale, nella funzione di Dirigente di settore, aveva finanziato proprio la realizzazione di un progetto volto a potenziare l’attività di controllo del territorio per prevenire e reprimere comportamenti difformi dalle prescrizioni del codice della strada che maggiormente incidevano sulla sicurezza della circolazione stradale, nonché del fenomeno della sosta irregolare e di quello costituito dalla presenza diffusa dei parcheggiatori abusivi.
Dunque i foggiani hanno già contribuito l’anno scorso al potenziamento del controllo del territorio sborsando ben 75.000 euro per finanziare un progetto, a quanto pare fallimentare, che doveva garantire il lavoro straordinario degli agenti di Polizia Municipale.
Per i motivi esposti chiediamo e confidiamo che l’Amministrazione Comunale revochi la delibera in oggetto accogliendo così le motivazioni a sostegno della petizione, consultabile sul link https://www.change.org/p/alfonso-de-pellegrino-foggia-firma-per-dire-no-all-estensione-del-pagamento-della-sosta-dalle-ore-20-alle-24/u/17405360?tk=Jw98-0pyMrBb3L5oQcN_CvElTVYsnsrZaQydordeXto&utm_source=petition_update&utm_medium=email