Gargano e Subappennino senza medici, 118 in tilt. A Lesina c’è il deserto

soccorritori118

“Il direttore generale dell’Asl Foggia Vito Piazzolla ha illustrato oggi, nel corso di un’audizione in III Commissione, l’allarmante criticità che sta vivendo la rete di Emergenza-Urgenza sul territorio provinciale”. A dichiararlo è il consigliere regionale Giannicola De Leonardis. “Nonostante le ripetute manifestazioni e sollecitazioni da parte dell’azienda sanitaria – continua -, sono ben 18 i medici mancanti per i Punti di Primo Intervento Territoriali e 118, e alcune postazioni – come quella di Lesina – non riescono ad avere da tempo professionalità disposte a coprire i turni di servizio necessari. Con l’estate in corso, un flusso considerevole di turisti già arrivati e che stanno per arrivare sul Gargano (20 Comuni) e nel Subappennino (30 Comuni), nella seconda provincia per estensione d’Italia (e caratterizzata da una particolare geomorfologia), e con una vertenza sindacale in corso per il riconoscimento di indennità suppletive. Una situazione che giorno dopo giorno sta diventando sempre più insostenibile – conclude -, che mette a rischio intere comunità sprovviste del minimo sindacale concesso per garantire loro il diritto alla salute, e che merita quindi da parte del direttore del Dipartimento Sanità Giovanni Gorgoni – presente all’audizione – e del presidente Michele Emiliano interesse e interventi straordinari”.