Minaccia di uccidere il fratello col fucile, tempestivo intervento dei carabinieri a San Giovanni

carabinieri_auto-680x365

I carabinieri di San Giovanni Rotondo hanno tratto in arresto Giuseppe Fiore, 35enne del luogo per porto e detenzione abusiva di un fucile da caccia e relative munizioni. I fatti per i quali è scaturito l’arresto avvengono a seguito di una richiesta di intervento pervenuta agli uomini dell’Arma da parte del fratello dell’arrestato, poiché, a seguito di un diverbio scaturito poco prima per futili motivi con quest’ultimo, Fiore era corso verso la sua abitazione dove aveva prelevato un fucile e le relative munizioni.

I carabinieri hanno raggiunto l’arrestato nei pressi dell’abitazione dei suoi genitori intimandogli di consegnare il fucile che l’uomo aveva già imbracciato e caricato. Fiore, dopo aver espulso la cartuccia precedentemente inserita, si è arreso consegnando il fucile e le munizioni ai militari intervenuti. Non avendo alcun titolo relativo alla detenzione e al porto di quell’arma, l’uomo è finito in manette poiché ritenuto responsabile dei relativi reati previsti dalla legge sulle armi.