Cordata locale per dare un futuro al Manfredonia Calcio, si va verso piano quinquennale

stadiomiramare

Raffaele De Nittis
Raffaele De Nittis

Il futuro del Manfredonia Calcio è stato oggetto di discussione nell’incontro di ieri tra l’amministrazione comunale, il presidente dell’Asd Manfredonia Calcio Antonio Sdanga ed alcuni imprenditori locali interessati a dar vita ad un nuovo progetto societario. All’incontro, oltre al sindaco Angelo Riccardi e agli assessori Salvatore Zingariello e Giuseppe La Torre, erano presenti Gianni Rotice, Lino Troiano, Raffaele Pio de Nittis e Gaetano Vitulano, con lo stesso Sdanga ed Elio Di Toro a rappresentare l’attuale proprietà del club.

Dopo un’analisi approfondita dell’attuale situazione del club, gli investitori intervenuti hanno ribadito l’interesse a far parte di un progetto condiviso, che parta da una modernizzazione e razionalizzazione della società che non possa tuttavia prescindere dal superamento dell’attuale obsoleta forma societaria. La proposta al vaglio, formulata dall’imprenditore locale Raffaele Pio de Nittis e condivisa da tutti i presenti, compreso lo stesso presidente Sdanga, è quella di rilevare l’attuale gestione, con la conversione della stessa in una società di capitali. Allo stesso tempo è stato manifestato l’interesse  per quote della società da parte degli investitori, nell’ottica di una gestione ove i soci rispondano nei limiti delle azioni o quote sottoscritte.

Nell’incontro sono stati affrontati anche approfondimenti esclusivamente tecnici, come la presentazione di un piano industriale quinquennale, volto al pieno e condiviso rilancio societario. Unanime e deciso il diniego a qualsivoglia ingresso o sponsorizzazione societaria riguardante la società Energas S.p.A., nel pieno rispetto di un progetto che sia pienamente condiviso dalla città.