Caos biglietti, il Foggia si difende: “I Sannella delusi e amareggiati da una piccola parte di tifosi…”

Da sinistra, Fedele e Franco Sannella
Da sinistra, Fedele e Franco Sannella

Con lo Zaccheria ormai sold out da mercoledì sera, continua a tenere banco la querelle sui biglietti. La società, accusata di aver gestito male la vicenda, replica così: “La società Foggia Calcio ci tiene a comunicare che, sebbene si sia riservata, pagando, una parte dei tagliandi, quest’ultima rappresenta una quantità minima rispetto al totale dei posti a disposizione. Il disguido nelle vendite si è, dunque, creato a fronte di una domanda di biglietti di gran lunga superiore rispetto alla capienza dello stadio. Inoltre la società tutta -e in particolare i fratelli Sannella – sono profondamente delusi ed amareggiati da quella piccola parte di tifosi che ha denigrato il loro operato nonostante il cospicuo investimento e il notevole impegno profuso durante tutta la stagione calcistica. La società Foggia Calcio, altresì, condanna fermamente ogni tipo di attività illecita nella rivendita dei tagliandi e pertanto invita tutti coloro che ne siano a conoscenza a denunciare siffatte attività alle autorità competenti”.