Foggia super a Lecce, 3 a 2 per i rossoneri al Via del Mare. La finale è più vicina

lecce foggia

Tifosi rossoneri in trasferta a Lecce
Tifosi rossoneri in trasferta a Lecce

Una semifinale che sarà ricordata. Lecce e Foggia hanno dato spettacolo come poche altre volte in Lega Pro nell’andata delle semifinali playoff al Via del Mare. Alla fine hanno vinto i rossoneri, 2 a 3 grazie ai gol di Iemmello (doppietta) e Sarno. Moscardelli e Lepore su rigore per i padroni di casa.

Foggia da impazzire nei primi minuti di gioco. Sulle fasce i rossoneri dominano incontrastati e al 2′ passano con il solito Iemmello. Grande azione di Gerbo che mette in mezzo per il numero che stoppa e fredda Perucchini, 0-1. Al 6′ ancora Iemmello raddoppia, stavolta servito da Chiricò, devastante sulla sinistra: 0-2. Il Foggia domina incontrastato e al 18′ sfiora il tris con Agnelli. Si intravede il Lecce al 32′ quando Doumbia impegna Narciso. Al 36′ Moscardelli accorcia dopo mischia scaturita da un calcio piazzato. Partita riaperta? Non proprio. Il Foggia torna ad attaccare e tre minuti più tardi segna ancora. Triangolo Iemmello, Sarno e gol del numero 10 che col sinistro fulmina il portiere leccese sul suo palo: 1-3. Al 42′ reazione del Lecce, Moscardelli di testa coglie il palo. Il primo tempo, forse il più bello visto quest’anno in Lega Pro, si chiude col Foggia in vantaggio.

35fc6143d96b593d0fe5ed163c67aa09

a08e4c41e23fe04af5009c508ad92da7Poche emozioni a inizio ripresa. Al 54′ si fa vedere Moscardelli, sempre lui, ma la sua rovesciata finisce fuori. Poi via ai cambi, dentro De Giosa fuori Chiricò. Per il Lecce Alcibiade lascia il posto a Surraco. Foggia in assoluto controllo, favorito dal ritmo, decisamente più basso rispetto ai primi 45 minuti di gioco. Ma al 68′ Doumbia, lanciato verso la porta, anticipa Narciso in uscita e finisce giù, calcio di rigore. Dal dischetto trasforma Lepore, 2 a 3. Portiere del Foggia ammonito per il fallo sulla velocissima punta giallorossa. Ora il Lecce ci crede mentre i ragazzi di De Zerbi sembrano la brutta copia di quelli ammirati nel primo tempo. Al 75′ entra Sainz Maza, fuori Riverola. Due minuti più tardi rigore reclamato dai rossoneri, Moscardelli stoppa palesemente con la mano un cross di Sarno da calcio d’angolo. L’arbitro fa proseguire. Al 79′ tocca a Quinto che rileva Vacca a centrocampo. Negli ultimi minuti di gioco il Lecce ci prova ma senza impensierire troppo la difesa rossonera che alla fine porta a casa un’importantissima vittoria in vista del ritorno allo Zaccheria.

Nell’altra semifinale il Pisa di Rino Gattuso ha battuto 3 a 0 in casa il Pordenone (tripletta di Ignacio Lores) ipotecando la finale.

1bfa193b726fd661007854b680454414