Troppi debiti, tribunale di Foggia blocca pignoramento immobili. “Vittoria importante”

Bruno MaizziIl movimento consumatori Puglia festeggia l’accoglimento da parte del Tribunale di Foggia della prima pratica di sovraindebitamento di un associato foggiano. Nel dettaglio, il movimento si è preoccupato, come previsto dal piano del consumatore di procedere a salvare dal pignoramento degli immobili del debitore avviando un piano di ripianamento del debito.
“Nel caso specifico – spiega il presidente, Bruno Maizzi – il nostro associato aveva già visto pignorare e messi all’asta i propri immobili. Grazie al nostro intervento e all’avvocato Matteo Santoro, che ha curato l’intero iter della procedura, il giudice delegato ha sospeso la procedura esecutiva, fissando l’udienza a giugno per l’omologa del piano di ristrutturazione del debito”.
Una vittoria che è importante alla luce degli ultimi dati raccolti dal movimento secondo i quali è in aumento il numero delle famiglie pugliesi che a causa della crisi non riescono ad onorare i debiti (finanziamenti, mutui, carte revolving etc) ottenuti in tempi migliori. Una situazione che vede tante famiglie lottare quotidianamente contro possibili pignoramenti di beni, frutto di sacrifici di una vita intera. Pertanto, allo scopo di tutelare chi quotidianamente vive momenti di angoscia e di sconforto a causa di queste situazioni, il movimento consumatori Puglia, attraverso lo sportello SOS Consumatore attivo in tutte le sedi regionali, offre consulenze gratuite per ripianare le più svariate soluzioni debitorie.
“Questi debiti – spiega ancora Maizzi – in passato sono sempre stati onorati con puntualità, ma oggi per il conclamato stato di crisi, pur volendo molte famiglie non riescono più a pagare. Si apre all’orizzonte quindi per tanti consumatori una situazione di disagio dovuta al pignoramento dei beni frutto di sacrifici di una vita intera. Noi del Movimento Consumatori lottiamo quotidianamente perché ciò non avvenga trovando soluzioni idonee per ripianare i debiti secondo le nuove disposizioni legislative, consentendo alle famiglie di riprendere il controllo del proprio destino economico-finanziario. L’accoglimento della prima pratica accolta dal Tribunale di Foggia, ne è l’esempio”. Dal movimento invitano quanti si ritrovano a non poter far fronte agli impegni assunti, a recarsi presso le sedi MC al fine di determinare la migliore soluzione per ritornare a vivere con serenità.