Continui furti alla rete ferroviaria, disagi sulla linea Foggia-Bari. Treni cancellati e ritardi

treno

Sta progressivamente tornando alla normalità la circolazione ferroviaria sulla linea Bari-Foggia fortemente rallentata nelle prime ore di stamattina. Dalle 6.30, per la caduta di un cavo del gestore della rete elettrica (dovuta a un furto) sulla linea di alimentazione dei treni tra Foggia e Incoronata, i treni hanno viaggiato su un solo binario per oltre un’ora. Dalle 8.30 per un furto di rame tra Barletta e Trinitapoli. La circolazione è ripresa alle 9.00, dopo l’intervento dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana che hanno riparato il guasto e ripristinato le normali condizioni di circolazione.

Pesanti le ripercussioni sulla circolazione: un treno regionale è stato cancellato da Barletta a Bari, quattro treni regionali Foggia-Bari hanno viaggiato con ritardi medi di 45 minuti mentre cinque regionali Bari-Foggia hanno registrato ritardi tra 10 e 50 minuti. Ritardi medi di 20 minuti per sette treni a lunga percorrenza.

“Ricordiamo che l’asportazione di rame non comporta – nel modo più assoluto – problemi di sicurezza alla circolazione dei treni, ma solo rallentamenti e ritardi – spiegano da Ferrovie dello Stato -. La sottrazione del materiale, infatti, provoca l’attivazione istantanea dei sistemi di sicurezza che governano le tecnologie in uso nella gestione del traffico ferroviario, con arresto immediato dei treni.