Povertà, dolore… e tante risate: torna a Manfredonia “Storje d’amore e de curtigghje”. Classico di Dina Valente

LOCANDINA DINA VALENTE STORIE D'AMORE E DE CURTIGGHIELa compagnia “Teatro Stabile Città di Manfredonia” diretta da Dina Valente, dopo aver portato al successo nel mese di dicembre, la commedia “Nu spavinde vèle pe cinde” ripropone al pubblico “Storje d’amore e de curtigghje” già vincitrice negli anni passati del Festival Provinciale di Foggia al Teatro Umberto Giordano.

Un lavoro che si basa soprattutto sull’ottima interpretazione corale, avvalendosi di un linguaggio e di riferimenti ad un mondo ormai dimenticato, quello dei cortili, dei pettegolezzi (i “zingriaminde”) e delle liti, ma anche della povertà e del dolore che a volte unisce le famiglie.

Uno spaccato tipico della vita manfredoniana di un tempo, costellato da momenti altamente comici e da scene di intenso sentimento. Una commedia che farà ricordare gli usi e i costumi di un nostalgico passato. La scena infatti, si svolge in un cortile imprecisato di Manfredonia. Due famiglie di pescatori, oltre a risolvere i continui problemi quotidiani, si trovano a dover affrontare il matrimonio dei rispettivi figli senza avere purtroppo, i mezzi necessari per farlo. A quali espedienti ricorreranno per farli convolare a giuste nozze? Gli ingredienti ci sono tutti per assicurare un sano e sicuro divertimento: musica, canzoni e i dialoghi frizzanti e coloriti del vernacolo locale.

La regia è affidata a Filomena Trotta. Nel cast Tonino Pesante, Filomena Trotta, Teresa Grieco, Antonio Potito, Antonio Vairo, Sipontina Verrini, Camillo Renegaldo, Tina Guida, Antonio Renegaldo, Peppe Sfera, Matteo Caratù, Lucrezia Giordano, Luigi Armiento e Rosanna Stelluti. Con loro anche Girolamo Mangano, Miriana Notarangelo, Miriam Stelluti, Salvatore Armiento, Sara Robustella e Carmela Guida.

La commedia sarà in scena il 20-21-22-27-28-29 aprile al cine-teatro San Michele. Info e prenotazioni 0884 582212 – 3341695776.