Sequestrato Ghetto di Rignano, condotti in questura a Foggia 240 migranti. DDA indaga su infiltrazioni criminali

ghetto rignano sequestro

Incendio al ghetto
Incendio al ghetto

Blitz al Ghetto di Rignano. Stamattina un’operazione di polizia disposta dalla DDA (Direziona direzionale antimafia) di Bari ha fatto scattare il “sequestro probatorio con facoltà d’uso” della nota baraccopoli. Le forze dell’ordine hanno proceduto all’identificazione di circa 240 ospiti del Ghetto, per lo più cittadini nord-africani, tutti accompagnati in questura a Foggia a bordo di pullman. Sono tanti i migranti che ogni anno giungono nel Ghetto, soprattutto in estate per la campagna del pomodoro. 30 di loro sono risultati irregolari.

L’intervento degli inquirenti è dovuto ad un’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia che sta lavorando sulle possibili infiltrazioni criminali nel Ghetto. La baraccopoli tra Foggia e San Severo torna dunque al centro della cronaca dopo il devastante incendio di metà febbraio. Visto il “sequestro con facoltà d’uso”, i migranti continueranno a risiedere nel Ghetto stesso.