Troia, la Markas lascia senza cibo i bambini. Il sindaco: “Atto di gravità assoluta”

“In modo assolutamente arbitrario, a danno della cittadinanza troiana, il 7 gennaio la Markas srl di Bolzano, risultata vincitrice della gara di appalto per i lavori di adeguamento ed ampliamento dei locali cottura e per la fornitura dei pasti della mensa scolastica di Troia, ha interrotto il pubblico servizio di somministrazione pasti agli alunni troiani”. Esordisce così il sindaco di Troia Leonardo Cavalieri, bollando come “un atto di una gravità inaudita” la scelta dell’azienda, “perché lede un servizio somministrato a favore di minori: i nostri ragazzi sarà garantito comunque un pasto anche oggi, mentre dal prossimo lunedì ripartirà il servizio regolarmente”.

La ditta di Bolzano aveva ricevuto comunicazione di aggiudicazione definitiva dallo scorso giugno ed aveva iniziato il servizio a Troia a novembre scorso. “Nonostante i tentativi di mediazione – prosegue il sindaco -, nelle scorse settimane sono andati accumulandosi innumerevoli verbali di contestazione inviati dall’amministrazione troiana all’impresa. Contestati, infatti, oltre alla scarsa qualità dei pasti somministrati ed il mantenimento delle caratteristiche termiche dei cibi cotti, il mancato rispetto della raccolta differenziata e di numerosi punti dell’offerta tecnica presentata, comprendenti il trasporto dei pasti, il mancato rispetto delle norme igienico sanitarie, l’assenza di prodotti bio e a filiera corta, un numero di dipendenti inferiore rispetto all’organico da garantire durante la somministrazione”.





Change privacy settings