Vieste, blitz nella notte: presi i “soldati” del boss Notarangelo. In manette per spaccio e furti nei residence

Blitz nella notte sul Gargano. I carabinieri hanno arrestato i cugini Antonio e Davide Carpano, rispettivamente di 32 e 24 anni. Manette anche per Matteo Coppola, 29 anni e Vincenzo Langi, 37 anni. Caccia ad un quinto uomo che i militari sperano di beccare già nelle prossime ore. Per i quattro arrestati, tutti viestani, le accuse sono di spaccio di droga, tentato furto ai danni di una banca e detenzione illegale di armi. L’operazione scaturisce dalle indagini per l’omicidio Piscopo, ad oggi irrisolto, durante le quali sono spuntate alcune intercettazioni molto sospette. I quattro, ritenuti storici “soldati” del boss Notarangelo, morto ammazzato a gennaio, ora sono vicini a Marco Raduano, erede naturale di “Cintaridd”.

[wzslider autoplay=”true” info=”true” lightbox=”true”]

In quattro mesi di monitoraggio sono stati registrati quasi 200 episodi di spaccio, soprattutto cocaina venduta in estate nel centro cittadino di Vieste, in particolare la sera. Droga spacciata dai cugini Carpano e da Coppola. Inoltre Davide Carpano aveva la disponibilità di varie armi, in particolare una 357 magnum e una mitraglietta. Sempre Davide Carpano, in concorso con l’indagato ancora da catturare, aveva tentato un furto ai danni della filiale del Monte dei Paschi a Vieste. I due, travisati con passamontagna, avevano scardinato una porta d’accesso con un piede di porco e un flessibile, penetrando all’interno della struttura. Ma dovettero desistere a causa del sopraggiungere di un’auto della vigilanza privata.

A carico del ricercato sussistono gravi indizi di colpevolezza anche per alcuni furti commessi nei villaggi turistici, residence e campeggi. L’uomo faceva incetta di gioielli, pc e vestiti. Una vera e propria razzia, spesso a scapito dei turisti. Fatti di cronaca che hanno spesso allarmato gli albergatori che più volte hanno denunciato gli episodi alle forze dell’ordine. Infine, l’uomo ricercato deteneva e spacciava hashish e marijuana insieme a Vincenzo Langi, oltre a possedere illegalmente due pistole.  





Change privacy settings