Spaccio di droga davanti alla chiesa dei “Salesiani” di Cerignola. Giovane arrestato dopo fuga al cimitero

Nel pomeriggio del 30 settembre scorso, gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cerignola hanno arrestato un giovane ventiquattrenne, già noto alle forze dell’ordine, per detenzione a fini di spaccio di cocaina e hashish.

monopoli patrizioEra ormai palese l’intensa attività illecita nei pressi del piazzale antistante la chiesa dei “Salesiani”, in piazza San Giovanni Bosco, per questo i poliziotti sono intervenuti constatando, al momento dell’intervento, un fuggi fuggi generale di numerosi giovani. Tra questi, gli agenti ne hanno riconosciuto uno, Patrizio Monopoli, già noto alle forze dell’ordine, mentre fuggiva a bordo di una bicicletta. Il giovane si è dileguato in zone periferiche scomparendo agli occhi della polizia. Ma dopo alcuni minuti, ritenendo altamente probabile che si potesse essere nascosto all’interno del cimitero comunale, altra zona tristemente nota per essere frequentata da spacciatori e tossicodipendenti, gli uomini in divisa si sono introdotti all’interno della struttura cimiteriale.

Qui si è proceduto al controllo di alcuni giovani presenti. Tra questi c’era Monopoli. Gli agenti lo hanno fermato e perquisito. All’interno di un marsupio c’era cocaina suddivisa in dosi, le cosiddette “cipolline”, assicurate con nastro isolante di colore nero. Il tutto poi racchiuso in un contenitore in plastica normalmente utilizzato da una nota marca di medicinali. Sempre all’interno dello stesso marsupio è spuntato dell’hashish, anche questo già suddiviso in dosi. Tutta la sostanza risultava avere un peso complessivo pari a 30 grammi. Gli agenti hanno inoltre rinvenuto la somma di 850 euro, suddivisa in banconote prevalentemente di piccolo taglio, ritenuta frutto dell’attività di spaccio. Soldi e droga sono stati sequestrati. “Nota simpatica di quest’attività – dichiarano dal Commissariato -, Monopoli al momento del controllo indossava due borselli, dei quali uno con effetti personali e l’altro dedicato all’attività di spaccio, come se fosse dotato di un ufficio portatile.